Ultimo aggiornamento  19 settembre 2019 12:35

Germania, ancora incentivi per l'elettrico.

Valerio Antonini ·

Il governo federale tedesco ha approvato il 31 luglio un disegno di legge per promuovere l'elettromobilità. L'obiettivo è quello di incrementare le vendite di auto elettrificate che - nonostante gli sforzi sia dell'industria che della politica - sono ancora numericamente molto basse.

Il provvedimento conferma le esenzioni fiscali speciali per i veicoli nuovi a batteria di piccole e medie dimensioni destinati alle consegne: su questi la tassa dell'1% del valore viene dimezzata allo 0,50%. Identico taglio fiscale è previsto anche per le auto elettriche che entrano a far parte delle flotte aziendali. Il governo ha dato disponibilità ad abbassare ulteriormente la soglia allo 0,25% nel corso dell'iter legislativo del provvedimento che resterà valido fino al 2030. Quell'anno si prevede che in Germania circoleranno 10 milioni di elettrificate.

Un altro passaggio del disegno di legge prevede la detassazione - sempre fino al 2030 - sul costo della energia elettrica per quanti ricaricheranno la loro auto a batteria presso le colonnine messe a disposizione dai datori di lavoro.

Più valore ai Job Tickets

Berlino ha inoltre deciso di esentare al 100% il pagamento delle imposte sui cosidetti job tickets, ovvero quei carnet di biglietti per il servizio pubblico - ferroviario o su gomma - che i datori di lavoro possono dare come benefit ai dipendenti per favorire gli spostamenti casa lavoro senza l'utilizzo dell'auto privata.

"Stiamo facendo queste scelte - ha detto il ministro federale delle finanze Olaf Scholz - per favorire lo sviluppo della mobilità elettrica. Si tratta di una politica industriale a beneficio anche del nostro clima".

Tag

Auto elettriche  · Germania  · Job Tickets  · 

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

La Cancelliera tedesca visita il Salone di Francoforte e sembra andare incontro alle richieste dell'industria: aiuti economici all'acquisto di elettriche e tassa sulle emissioni