Ultimo aggiornamento  25 agosto 2019 07:36

Tesla: vendite record, conti in rosso.

Luca Bevagna ·

Aumentano le vendite ma i conti restano in rosso. Tesla ha chiuso il secondo trimestre 2019 con una perdita di 408 milioni di dollari. Un risultato negativo comunque migliore rispetto agli oltre 717 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. Il margine lordo è passato dal 20,6% del Q2 2018 al 18,9% di quello 2019. 

Oltre l'80% sono Model 3

Le vendite hanno raggiunto la quota record di 95.356 unità, oltre 77mila delle quali Model 3, la compatta della Casa di Fremont che resta la berlina premium più venduta negli Stati Uniti (elettriche e no). Interessante notare che - secondo quanto raccontato durante la presentazione dei risultati - il 60% dei clienti Model 3 proviene da marchi generalisti. Il prezzo medio di acquisto dell'auto è di circa 50mila dollari. Obiettivo produrre 10mila unità a settimana entro la fine del 2019, volumi necessari a raggiungere il target - confermato - delle 360mila/400mila Tesla da vendute a fine anno.

In attesa della Model Y, il suv compatto sviluppato sulla base della Model 3. La preparazione per l'avvio della produzione a Fremont in California continua e il lancio resta confermato per il quarto trimestre del 2020 con "una profittabilità che ci aspettiamo molto superiore rispetto alla berlina Model 3", spiegano in Tesla.

Cina, ci siamo quasi

Continuano anche i lavori della Gigafactory prevista a Shanghai: l'impianto produrrà Model 3 e Model Y per il mercato locale, oltre alle batterie al litio necessarie ai due modelli. La capacità prevista è di 150mila vetture e sarà utile per rendere competitive le Tesla in Cina visto che oggi acquistare un'auto californiana nel mercato più importante del mondo, a causa delle tasse imposte sui prodotti stranieri, è riservato ai ricchi. La produzione in Cina inizierà alla fine del 2019.

Tag

Cina  · Model 3  · Tesla  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Borgognone

L'area fuori dalla città dove sta sorgendo l'impianto per le elettriche Usa, che dovrebbe essere pronto a settembre, inclusa nella Free Trade Zone, dove non sono applicati dazi

· di Edoardo Nastri

Il costruttore di auto elettriche californiano annuncia con un tweet che i nuovi proprietari di Model S e Model X potranno fare il pieno di energia senza pagare

· di Paolo Odinzov

Il costruttore californiano rivede le strategie commerciali e punta, per fare utili, su una produzione più elevata di modelli maggiormente accessibili al pubblico