Ultimo aggiornamento  22 settembre 2019 10:38

Nissan, previsti 10mila licenziamenti.

Francesco Giannini ·

Nissan starebbe pensando di portare a 10mila - rispetto ai 4.800 annunciati a maggio 2019 - il numero dei licenziamenti previsti nei prossimi mesi. La notizia, riportata da Reuters, proviene da una non identificata fonte interna al costruttore . I tagli, che dovrebbero riguardare in particolare le fabbriche non in Giappone, potrebbero essere annunciati il 25 luglio, insieme ai dati finanziari semestrali del marchio.Nissan ha 33 impianti nel mondo: 10 di questi sarebbero toccati dagli interventi previsti.

La contrazione del livello occupazionale riguarderebbe il 7% della forza lavoro dei quasi 139mila dipendenti di Nissan e arriva mentre il costruttore deve fronteggiare un utile netto ai livelli più bassi dell'ultime decennio a causa delle difficoltà sui mercati, in particolare negli Usa (dove nel trimestre il calo delle vendite avrebbe toccato il 4%) e anche in Europa.

Guerra interna

I previsti evidenziano anche l'entità dei problemi che l'amministratore delegato Hiroto Saikawa deve affrontare, soprattutto in relazione alla crisi nei rapporti con la partner nell'Alliance Renault, in seguito all'arresto dell'ex presidente Carlos Ghosn, accusato di cattiva condotta finanziaria e sotto processo in Giappone.
Saikawa - che ha mantenuto il suo posto all'assemblea annuale degli azionisti il mese scorso nonostante alcune società di consulenza avessero invitato gli investitori a non riconfermarlo nella sua posizione - sta cercando anche di rocstruire un clima di fiducia con Renault. I francesi detengono il 43% della casa automobilistica giapponese, che a sua volta detiene una quota del 15% del partner.

Dati negativi

Gli analisti si aspettano che Nissan registri una delle sue performance trimestrali più deboli dai tempi della crisi finanziaria globale del 2008. Il quotidiano di Tokyo Nikkei ha riferito che la casa automobilistica avrebbe riportato un utile operativo di "diversi miliardi di yen" più basso rispetto ai 109,1 (pari a 1 miliardo di dollari) dello stesso periodo dell'anno precedente.

Tag

Giappone  · Nissan  · Renault  · 

Ti potrebbe interessare

· di Francesco Giannini

Il drastico taglio occupazionale deciso anche a causa del crollo dei profitti che, nel secondo trimestre 2019, è stato del 98,5%,(1,6 miliardi di yen)