Ultimo aggiornamento  23 settembre 2019 22:46

Bologna, 2020: è svolta verde.

Marina Fanara ·

Scatta la rivoluzione verde a Bologna: dal 1° gennaio 2020 entreranno in funzione la ztl ambientale, il nuovo piano per la sosta e i buoni mobilità per aiutare i cittadini a scegliere metodi di spostamenti eco-compatibili.

Informazioni a domicilio

Il pacchetto di misure, previste dal Piano della mobilità sostenibile, è stato appena approvato sia dalla Giunta guidata dal sindaco Virginio Merola che dal Consiglio comunale. Un provvedimento, fortemente voluto dall'Amministrazione per "una città più a misura d'uomo, più salubre e più bella", di cui i cittadini saranno ampiamente informati grazie anche ai depliant con tutti i dettagli sulle prossime novità che verranno capillarmente inviati direttamente a domicilio tramite posta. 

A disposizione, inoltre, i personal manager: figure appositamente istruite presso Tper (l'azienda di trasporto pubblico locale) per aiutare i bolognesi non solo a conoscere i nuovi provvedimenti ma anche a scegliere soluzioni alternative all'auto di proprietà.

Ztl, le auto vecchie non entrano

Si inizia con la nuova ztl ambientale: dal prossimo primo gennaio cambieranno i criteri per l'accesso alla zona a traffico limitato, nel senso che per ottenere il permesso non basteranno più requisiti funzionali come la residenza ma anche la classe di inquinamento prodotto dal veicolo. In poche parole le auto più vecchie non potranno più accedere.

Si comincia dalle Euro 0 diesel, benzina, metano e gpl alle quali dall'inizio del prossimo anno non verranno più rilasciati nuovi contrassegni e verranno revocati quelli in essere. Poi toccherà progressivamente alle Euro 1 (inizio 2021), Euro 2 solo diesel e benzina (gennaio 2022) e dal 2023 al 2025, rispettivamente, alle Euro 3, 4 e 5 esclusivamente a gasolio. 

Sosta gratis una a famiglia

Per quanto riguarda la sosta, i contrassegni gratuiti saranno solo uno per famiglia. Il premesso per parcheggiare la seconda auto nella zona di residenza sarà a pagamento (120 euro l'anno). Dalla terza macchina in poi restano regole e tariffe attualmente in vigore.

Partono i bonus mobilità 

Divieti, ma anche incentivi: chi abita in centro storico e possiede un'auto inquinante soggetta alle nuove regole ambientali ha diritto al bonus mobilità sostenibile che spetta anche a chi abita al di fuori dell'area soggetta ai nuovi criteri e decide di rinunciare al vecchio veicolo di proprietà, ai meno abbienti (Isee fino a 14mila euro) e agli over 70. Si tratta di uno sconto sull'abbonamento annuale ai mezzi pubblici che va dai 500 ai 1.000 euro.

Tag

Bologna  · Incentivi  · Mobilità sostenibile  · Ztl  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Prima città europea a sperimentare la bici condivisa a pedalata assistita di Mobike. Partenza prevista per il prossimo 1° ottobre, entro la fine dell'anno 300 mezzi a noleggio

· di Marina Fanara

A tanto ammontano le risorse messe in campo dal Comune per spingere i cittadini a usare mezzi alternativi nei percorsi casa-scuola e casa-lavoro: due ruote, bus e auto condivisa

· di Marina Fanara

In servizio i primi veicoli di trasporto pubblico con carburante prodotto da Hera e ricavato da scarti organici. Quattro i distributori per auto private