Ultimo aggiornamento  22 agosto 2019 19:36

Le Olimpiadi accessibili di Toyota.

Edoardo Nastri ·

Toyota ha annunciato che realizzerà 200 veicoli speciali dedicati al trasporto di persone con accessibilità limitata durante lo svolgimento dei Giochi Olimpici e Paraolimpici di Tokyo 2020. L’Accessible People Mover è un veicolo elettrico pensato per percorrere brevi distanze e verrà utilizzato anche per gli spostamenti di atleti e personale di servizio, così come per anziani e disabili.

L’Apm del costruttore giapponese ha interni completamente modulabili. Nella configurazione base sarà dotato di tre file di sedili con sei posti in totale. La postazione del guidatore è in posizione centrale: “Questo permette all’autista di controllare meglio ciò che accade dietro di lui ed eventualmente intervenire in aiuto”, spiegano gli ingegneri che lavorano al progetto. E’ anche possibile caricare un passeggero in sedia a rotelle ripiegando i sedili della seconda fila: l’accessibilità è facilitata dalla presenza di due rampe laterali.

Flotta a zero emissioni

Il costruttore giapponese è tra gli sponsor dei Giochi Olimpici e metterà in funzione una flotta di 100 autobus a idrogeno più una serie di berline Mirai. Toyota ha anche annunciato la presenza dei minibus e-palette: elettrici e autonomi e pensati per il ride sharing, questi shuttle serviranno come mezzo di spostamento per le delegazioni internazionali all’interno del Villaggio olimpico.

Infine, saranno presenti anche i veicoli elettrici e autonomi Concept-i e i-Road, capaci di riconoscere le emozioni umane utilizzando la tecnologia di intelligenza artificiale e persino conversare con i passeggeri.

Tag

APM  · Giochi Olimpici  · Tokyo 2020  · Toyota  · 

Ti potrebbe interessare

· di Sergio Benvenuti

Il comitato organizzatore delle Olimpiadi insieme al governo giapponese, sta studiando una piattaforma online che segnali ai cittadini gli ingorghi