Ultimo aggiornamento  25 agosto 2019 06:26

7° Rally Roma Capitale: sinfonia tricolore.

Chiara Iacobini ·

Il 7° Rally di Roma Capitale - organizzata da Motorsport Italia  - si è confermata una tre giorni spettacolare, dal saluto della Città Eterna, passando per  le spettacolari ed insidiose prove speciali tra le provincie di Frosinone e Roma, per arrivare al clou, col boato della folla che gremiva la “Arena ACI Roma” per l’esaltante super special stage sul litorale di Ostia.

Protagonisti azzurri

Il quinto round del Campionato Europeo e Italiano Rally ha incoronato Giandomenico Basso e Lorenzo Granai su Skoda Fabia R5. L’equipaggio della Metior Sport ha preso la testa a metà della prima tappa con il successo nel 4° crono e l'ha difesa con bravura ed esperienza dai ripetuti attacchi di un concorrenza agguerrita. Secondi assoluti nella gara romana Simone Campedelli e Tania Canton che, dopo un avvio faticoso, hanno realizzato una grande rimonta, grazie anche al lavoro del Team Orange1 che ha preparato alla perfezione la Ford Fiesta R5 consegnata dalla M-Sport - nella versione più aggiornata - solo alla vigilia del rally.

Chi ha stupito poi per caparbietà, velocità e voglia di emergere sono stati Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto. L’equipaggio di Gass Racing sulla Skoda Fabia R5 supportata da HK Racing ha vinto 13 delle 16 prove speciali riuscendo a risalire fino al quarto posto prima di Ostia e superare i russi Alexey Lukyanuk e Alexey Arnautov su Citroen C3 R5, sorpassandoli sul terzo gradino del podio. Crugnola con il doppio successo alla “Arena ACI Roma” si è aggiudicato il “Memorial Pasquale Amoroso”, in ricordo del Dirigente ACI Sport venuto a mancare dicembre scorso.

Gli altri in gara

Sotto al podio i primi equipaggi stranieri, col 4° posto di Lukyanuk-Arnautov, protagonisti di vertice del campionato Europeo, che hanno sofferto il non perfetto feeling con le impegnative prove laziali ed una penalità di 1 minuto a metà della 2^ tappa.

Top five completata dal ceco Filip Mares su Skoda Fabia, sesto in rimonta per il giovane britannico Chris Ingram altra Fabia primi in classifica dello Junior della serie europea, dopo una gara molto pressante. Settima piazza al traguardo per l’ungherese Herczig su Volkswagen Polo GTI, davanti al lettone Martins Sesks su Skoda, 8° nonostante un testacoda sulla PS 12 e con soluzioni ottimali per lui solo nella parte conclusiva. Top ten completata da due equipaggi italiani: il reggiano Antonio Rusce navigato da Marco Vozzo su Skoda Fabia e il veronese Umberto Scandola con Guido D’Amore sulla nuova Hyundai i20 ancora in fase di perfezionamento da parte di Hyundai Rally Team Italia.

Successo tra le due ruote motrici e di RC4 Junior per gli estoni Ken Torn e Kaurl Pannas sulla Ford Fiesta R2.  A Roma, fuori dai giochi Luca Rossetti e la Citroen C3 R5, a causa di un’uscita di strada nel corso della prova speciale 4, si è ritirato nella prima giornata. In quel momento il driver pordenonese occupava la terza posizione nella classifica generale.

Ora pausa estiva per il Campionato Italiano Rally che ritroverà i protagonisti sugli asfalti del Rally del Friuli a fine agosto.

Ti potrebbe interessare

· di Chiara Iacobini

Il tricolore riprende con la gara - valida per il FIA European Rally Championship - lungo le strade del Lazio, dal centro della Città Eterna al frusinate. Conclusione sul lungomare...