Ultimo aggiornamento  13 dicembre 2019 07:23

Goldman Sachs su Fca: vendere.

Giovanni Barbero ·

Secondo il rapporto su Fca pubblicato da Goldman Sachs le azioni del gruppo italo americano sarebbero sovrastimate. L’istituto di affari di New York indica un prezzo obiettivo per azione a Wall Street di 11,5 euro, il 7% in meno del valore attuale. E suggerisce, tra le righe, chi detiene titoli del costruttore di liberarsene. Risultato: ieri in borsa Fca ha perso il 3,1% chiudendo a 12,18 euro per azione.

Le ragioni di questa analisi sono da ricercare nelle previsioni negative degli analisti che non vedono ragioni di crescita in futuro per il gruppo Fca soprattutto nel mercato nord americano. I margini attuali sarebbero troppo sbilanciati: il 93% dell’ebit (i profitti lordi) nel 2018 è stato realizzato proprio in nord America.

Unica via l’elettrificazione

Gli analisti temono per Fca a meno che il costruttore italo americano non riesca a trovare un partner per costituire un’alleanza soprattutto orientata all’elettrificazione. Intanto incombono gli obiettivi sulle emssioni di CO2 stabiliti dall’Unione Europea: 95 grammi per chilometro per il 95% della gamma dal 2020 e per il 100% dal 2021. Le sanzioni per chi si farà trovare impreparato sono pesanti: secondo Pa Consulting, Fca rischia un’ammenda parti a 1,4 miliardi di euro.

I primi passi del gruppo verso l'elettrificazione si sono visti: dal secondo semestre 2020 si realizzerà a Mirafiori la Fiat 500 elettrica a fronte di un investimento di 700 milioni di euro per una capacità produttiva di 80mila vetture l’anno. 

Tag

Borsa  · Business  · FCA  · Goldman Sachs  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

C'è una data per l'avvio della produzione della piccola Fiat a zero emissioni nello stabilimento di Mirafiori. Investimento da 700 milioni di euro, in arrivo anche 3.200 punti di...