Ultimo aggiornamento  18 ottobre 2019 01:45

Caldo: Parigi soffoca e blocca il traffico.

Paolo Borgognone ·

Parigi brucia. No, il film di Renè Clément del 1966 con Jean Paul Belmondo e Alain Delon che raccontava gli ultimi tragici giorni dell'occupazione nazista non c'entra. C'entra invece la straordinaria ondata di calore che ha colpito anche la capitale francese come il resto del Paese e buona parte dell'Europa e ha spinto la colonnina di mercurio fin oltre i 40 gradi.

L'allerta lanciata dal servizio di informazione sulla qualità dell'aria del governo, che ha parlato di un livello di ozono molto oltre la soglia massima (fissata dalla legge a 180 microgrammi per metro cubo), ha convinto la municipalità parigina a un provvedimento eccezionale. Da mercoledi 26 giugno solo le auto pulite - quelle con adesivi 0, 1 o 2 e i veicoli elettrici - sono autorizzate ad entrare entro la A86, la seconda strada ad anello intorno alla città. Gli altri mezzi, per lo più alimentati diesel o troppo vecchi non possono accedere. Per la prima volta le auto con adesivi Criti'Air 3 non sono ammesse nell'area metropolitana. Inevitabili e prevedibili le reazioni - in alcuni casi definite "scomposte" dalla gendarmeria - da parte di molti automobilisti sopresi dalla chiusura.

Bus gratis

Sempre a partire da mercoledi 26, i limiti di velocità sono stati ridotti a 20 chilometri all'ora a Parigi e nell'Ile-de-France, mentre i veicoli del peso di oltre 3,5 tonnellate sono invitati a bypassare la città e le vicinanze. Per incoraggiare le persone a lasciare le loro auto a casa, anche i trasporti pubblici e il parcheggio residenziale sono gratuiti.

Misure vitali

Il divieto di circolazione sarà implementato anche a Lione. Per il ministro francese per la transizione ecologica Francois de Rugy, le misure di emergenza sono vitali. "Dobbiamo affrontare la realtà, l'inquinamento atmosferico aumenta quando c'è un'ondata di calore come quella che stiamo vivendo", ha dichiarato.

Tag

Francia  · Ozono  · Parigi  · 

Ti potrebbe interessare

· di Lina Russo

La capitale francese avvolta da una nuvola di smog. La situazione aggravata dall'ondata di caldo. La polizia locale conferma il divieto di circolazione ai veicoli di prima del 1997