Ultimo aggiornamento  13 dicembre 2019 16:56

Germania, obiettivo 10 milioni di elettriche nel 2030.

Paolo Borgognone ·

La Germania vuole avere 10 milioni di auto elettriche in strada entro il 2030. Ma per farlo servirà uno sforzo comune per realizzare una rete di punti di ricarica capillare che raggiunga tutti gli angoli del Paese. A questo proposito servirà un colossale investimento infrastrutturale, uno sforzo economico che non è stato ancora quantificato. E' questo il risultato uscito dal tavolo sulla mobilità che si è tenuto a Berlino tra rappresentanti del governo e delle principali Case costruttrici tedesche.

All'incontro - come ha riportato il quotidiano economico di Dusseldorf Handesblatt - hanno partecipato la cancelliera Angela Merkel, il ministro dell'economia Peter Altmaier e i suoi colleghi dei trasporti, Andreas Scheuer, delle finanze Olaf Scholz e dell'ambiente Svenja Schulze. Al tavolo alla Cancelleria di Berlino si sono seduti anche Harald Krueger, ceo di Bmw e Herbert Diess di Volkswagen, oltre ai principali sindacati dei metalmeccanici tedeschi.

Non solo batterie

L'incontro non è stato privo di momenti di tensione. Secondo la ricostruzione fatta dal quotidiano tedesco se Volkswagen ha scommesso tutto sulla mobilità a batteria, i suoi concorrenti principali, Bmw e Daimler hanno sottolineato invece l'importanza di non concentrarsi esclusivamente su un futuro elettrico e hanno chiesto che nel piano d'azione che dovrà essere definito probabilmente in un prossimo incontro in autunno vengano considerate anche  forme di sostegno alle motorizzazioni tradizionali.

I costruttori si sono comunque trovati d'accordo nel chiedere che il governo affianchi lo sforzo dell'industria dell'auto - che in Germania dà lavoro a oltre 800mila persone e vede investimenti delle Case per 40 miliardi di euro l'anno - con un programma di incentivi e ribassi delle tasse per l'acquisto di vetture a basse emissioni, oltre che attraverso il finanziamento dello sviluppo di un'infrastruttura di ricarica al passo con le vendite.

Critiche verdi

"L'incontro di Berlino non ha prodotto nulla di concreto nè un risultato visibile". La critica è arrivata da Winfried Kretschmann - presidente del land del Baden Wuttemberg e membro del partito dei Verdi - che ha invece ricordato come il Paese sia ben lontano dal centrare l'obiettivo di ridurre - nel 2030 - del 40% le emissioni rispetto al 1990. "Serve una politica decisa - ha ribadito Kretschmann - basta parole e promesse".

Tag

Auto Elettrica  · Berlino  · emissioni  · Germania  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Secondo il Frankfurter Allgemeine Zeitung il marchio bavarese vuole anticipare di un biennio gli obiettivi di rinnovamento della sua gamma