Ultimo aggiornamento  18 ottobre 2019 19:05

La Ferrari come un'opera d'arte.

Francesco Giannini ·

La Ferrari 250 GTO - recentemente battuta all'asta per decine di milioni di dollari e disegnata dal Maestro Scaglietti - non è un'automobile. E', a tutti gli effetti, un'opera d'arte, come un quadro di Leonardo da Vinci o una statua di Michelangelo e quindi è tutelata dal diritto d'autore. In pratica non può essere "copiata", in quanto protetta dalla legge 633/1941 che regola questa materia. 

A stabilirlo - ed è la prima volta che succede per un'automobile - è stato il Tribunale di Bologna. I giudici hanno dato ragione a quelli del Cavallino che avevano citato in giudizio una società di "tuning" - un'officina che personalizza vetture secondo i gusti del cliente - modenese.

Quest'ultima prometteva - in cambio di solo un milione di euro - di costruire in circa 10 esemplari, un'auto che ricalcasse, aggiornandola nelle forme, la leggendaria 250 GTO, di cui sono stati realizzati in tutto solo 36 esemplari.

Senza uguali

La sezione specializzata in materia di impresa del Tribunale di Bologna ha riconosciuto invece l'auto come "un unicum nel suo genere" e ha emesso un'ordinanza nella quale, tra l'altro si legge che: "la 250 GTO ha un valore artistico che ha trovato oggettivo e generalizzato riconoscimento in numerosi premi e attestazioni ufficiali". Niente imitazioni, quindi.

Tag

"Maestro Scaglietti"  · 250 GTO  · Ferrari  · Modena  · 

Ti potrebbe interessare