Ultimo aggiornamento  18 agosto 2019 23:06

Kawhi Leonard, dal car wash al titolo Nba.

Valerio Antonini ·

I Toronto Raptors hanno vinto l'Nba (il campionato professionistico Usa di basket). Per la prima volta il titolo varca il confine e finisce in Canada. Protagonista indiscusso delle Finals - la serie al meglio delle 7 partite che mette in palio l'anello d'oro, consegnato a tutti i membri della squadra vincitrice - il campione “silenzioso” Kawhi Leonard. Un ragazzo di Los Angeles che ha vissuto momenti difficili: dopo aver passato un'infanzia tosta a lavare automobili nel car wash di famiglia, oggi è sul tetto del mondo.

Fuori dai palazzetti Kawhi è una persona umile e riservata. Sul parquet si trasforma in una macchina da guerra, freddo e implacabile. A differenza di gran parte dei suoi colleghi, non è attivo sui social network. Davanti alle telecamere non sorride mai. A parlare per lui sono esclusivamente le sue giocate in campo. 

L'autolavaggio di casa Leonard

Kawhi nasce a Compton, quartiere popolare di Los Angeles, il 29 giugno del 1991. Lì suo padre gestisce un autolavaggio, a pochi passi da casa. Kawhi, durante l'infanzia corre sempre a aiutarlo. In una delle poche dichiarazioni rilasciate in merito, ricorderà quel periodo come il più bello della sua vita. Poi la tragedia.

Il 18 gennaio del 2008, Mark Leonard, papà di 5 figli viene assassinato da un rapinatore a colpi di pistola proprio mentre sta lavorando al car wash. Per Kawhi, che in quel momento si sta allenando, è un durissimo colpo. In un attimo diventa l’uomo di casa, con 4 sorelle da crescere. Il suo pensiero fisso diventa il basket: pensa solo a migliorarsi costantemente sul parquet. Da sempre arriva in palestra due ore prima dei compagni, come raccontano i suoi coach.  

Questione di priorità

Acquistare la vettura dei propri sogni dopo la firma sul primo contratto da professionista, è quasi una tradizione per tutti gli sportivi americani. Non per Kawhi Leonard. Lui nel 2011, al suo primo anno da rookie - cioè da matricola - non cambia auto e continua a guidare un fuoristrada Chevrolet del 1997 regalo del padre. Nonostante già guadagni più di un milione di dollari.

Alla fine la famiglia lo ha convinto a comprare una Porsche 911 color argento. Una super sportiva di lusso che Leonard continua a lasciare quasi sempre in garage. Anche se la Chevy, alla fine, l'ha rottamata. Oggi viene fotografato spesso al volante di una Malibu usata da meno di 30mila dollari. Non proprio l'auto adatta a un campione del mondo.

Tag

Kawhi Leonard  · Nba  · Toronto Raptors  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Borgognone

Il 34enne campione Nba firma un contratto da 154 milioni di dollari per trasferirsi a Los Angeles. Dove sposterà anche la collezione di fuoriserie da sogno