Ultimo aggiornamento  13 dicembre 2019 23:07

Type 130, debutto Lotus a batteria.

Valerio Antonini ·

Lotus ha annunciato che presenterà il 16 luglio a Londra un’inedita hypercar a batteria, la Type 130, il primo modello del marchio alimentato da un motore elettrico.

La cifra 130 indica sia la quantità di Lotus nate con il prefisso Type - quello che caratterizza le auto sportive dalla tradizionale livrea giallo-verde - sia il totale di esemplari che verranno prodotti. Le vetture saranno tutte realizzate presso la fabbrica di Hethel, sede del costruttore, e vendute a partire dal prossimo anno.

Annunciato allo scorso Salone di Shanghai, il nuovo bolide Lotus sfiderà sul mercato le connazionali Aston Martin Rapide E - a sua volta la prima elettrica del marchio di Gaydon - e la nuova potentissima XJ di Jaguar, supercar a zero emissioni anch’essa in arrivo nel 2020.

Telaio in fibra di carbonio

La Type 130 nasce a dieci anni di distanza dall’ultimo modello Lotus, l’ammiraglia Evora. Verrà assemblata su una specifica architettura in fibra di carbonio, realizzata dai cinesi di Geely - proprietari tra gli altri marchi anche della Casa inglese - che servirà come base per la futura gamma elettrica sportiva.

Il nuovo telaio aiuterà a contenere al massimo il peso complessivo delle vetture, appesantito dall'ingombrante pacco batterie, mantenendolo sotto i 1.500 chili. Questo per non compromettere il dinamismo e l’agilità che da sempre contraddistinguono le supercar Lotus.

Tag

Gran Bretagna  · Lotus  · Type 130  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

È la vettura che segna il nuovo corso della Casa inglese dopo l'acquisizione da parte della cinese Geely. Ha 4 motori elettrici e brucia i 100 in meno di 3 secondi

· di Luca Gaietta

La Casa britannica appartenente al Gruppo cinese Geely, assume 200 ingegneri e punta a una espansione della gamma seguendo l'esempio della Porsche