Ultimo aggiornamento  06 dicembre 2019 04:01

Regno Unito: l'auto si ruba in 20 secondi.

Colin Frisell ·

LONDRA - Rubare un'auto non è mai stato cosi facile. Il grido di allarme arriva dalla Abi (Association of British Insurers), l'organismo che raccoglie le società assicurative della Gran Bretagna. Secondo i dati dell'organizzazione per impossessarsi di una vettura dotata di tecnologia keyless - quella che permette al proprietario di aprirla senza bisogno di estrarre le chiavi dalla tasca - bastano soltanto 20 secondi.

Questa statistica conferma quella recentemente pubblicata dal Ministero degli Interni di Londra cha ha denunciato come il fenomeno dei furti d'auto sia cresciuto del 50% in Gran Bretagna negli ultimi 5 anni. Recentemente anche l'Adac - l'Automobile club tedesco - ha realizzato una ricerca in proposito dimostrando come virtualmente ogni auto dotata di questi sistemi possa essere più facilmente delle altre sottratta al legittimo proprietario.

Tecnica semplice

La tecnica utilizzata per i furti si chiama "Attacco Relè". I criminali operano in coppia. Uno tiene un dispositivo appoggiato all'auto per catturare il segnale che questa invia alla chiave. Le onde vengono ripetute attraverso un altro device posto, per esempio, vicino alla porta di casa, nell'area dell'abitazione dove è più facile che vengano lasciate le chiavi. Il segnale così "ingigantito" inganna l'auto che - credendo che il proprietario si trovi in un raggio di un paio di metri - si sblocca e rende possibile l'avviamento.

Secondo uno studio del Thatcham Research, 6 degli 11 modelli lanciati nel Regno Unito nell'ultimo anno con il sistema Keyless non hanno nessuna protezione contro questo tipo di furto.

Serve intervenire

L'ampiezza del fenomeno preoccupa gli assicuratori. Laurenz Gerger, consulente dell'Abi non usa mezzi termini: "La crescita continua del fenomeno dei furti deve essere fermata. Serve contrastare in maniera più decisa la furbizia dei criminali. Il crescente costo per le società assicurative dei rimborsi per questo motivo riflette anche la vulnerabilità delle auto col sistema keyless. Serve un'azione comune che coinvolga anche i costruttori".

L'Abi ha anche pubblicato un semplice vademecum su come proteggere la propria auto. I consigli sono di parcheggiare - quando si può - in un'area illuminata, conservare le chiavi con dispositivo keyless lontano da porte e finestre oppure chiuderle in un apposito contenitore che blocca il passaggio del segnale.

Crescita continua

Il documento dell'Association of British Insurers fotografa la situazione dei rimborsi per furto d'auto nel Regno Unito nei primi tre mesi del 2019. In questo periodo dell'anno le società assicurative hanno evaso 16mila richieste, una ogni 8 minuti. Nel 2012, nello stesso periodo, le domande erano state 12mila.

In questi sette anni i rimborsi sono più che raddoppiati e nel 2019 ammontano a 108 milioni di sterline solo nel primo trimestre: il costo delle liquidazioni supera gli 1,2 milioni di sterline al giorno. La crescita - rispetto anche solo al 2017 - è di oltre il 17%.

Ti potrebbe interessare

· di Marco Perugini

I furti delle auto prese in affito a breve termine tornano a crescere dopo quattro anni di calo. Italia maglia nera in Europa. Per il settore danno da 10 milioni di euro

· di Giovanni Barbero

Una ricerca dell'Automobile Club tedesco (Adac) evidenzia falle nella sicurezza del sistema di apertura keyless. Su 237 modelli solo 3 superano la prova