Ultimo aggiornamento  22 settembre 2019 13:54

FCA e Renault, fusione in corso (LIVE).

Redazione ·

18:10 Salvini: auto comparto importante

Il vice premier Matteo Salvini è tornato nel pomeriggio sulla possibile fusione tra Fca e Renault. Parlando durante una conferenza stampa al Viminale, il ministro dell'interno ha detto: "Si tratta di una operazione brillante. Nascerebbe un colosso mondiale, mi auguro che vada tutto a buon fine. Se fosse richiesta la presenza istituzionale italiana sarebbe doveroso esserci perchè quello dell'auto è un comparto importante".

18:00 Fca chiude in rialzo in Borsa (+7,9%)

Il titolo di Fca chiude la giornata alla Borsa di Milano in rialzo del 7,9% a 12,37 euro dopo aver toccato un massimo - durante la seduta - di 13,68. Sono passati di mano 57 milioni di azioni. Venerdì scorso ne erano stati scambiati solo 6,6 milioni. Molto bene anche Exor (la finanziaria della famiglia Agnelli) che ha chiuso a 59,98 euro per azione, in crescita del 6,1%. Alla Borsa di Parigi, intanto, Renault ha segnato un aumento del 12%.

16:00 Industriali Torino: fusione occasione di sviluppo

"Anche il mondo imprenditoriale torinese e tutte le centinaia di aziende fornitrici della filiera, vedono nel nuovo gruppo italo-francese e nelle sue dimensioni una solida opportunità di sviluppo, che potrà consentireu n'ulteriore valorizzazione delle competenze e capacità produttive". Così ha commentato la notizia della possibile fusione Fca-Renault Dario Gallina, presidente dell'Unione industriali di Torino. Dopo aver accolto positivamente la notizia che nessuno stabilimento verrà chiuso, Gallina ha continuato: "Il processo di concentrazione delle Case produttrici vede nella proposta di fusione Fca-Renault un passo molto significativo con la nascita di un grande gruppo, essenzialmente europeo, ma corredato anche di importanti proiezioni sia sui mercati asiatici che su quello americano".

15:00 Elkann: una nuova sfida

Il presidente di Fca John Elkann ha brevemente commentato la notizia della possibile fusione tra il gruppo italo-americano e Renault. "Questa operazione - ha detto parlando all'università Bocconi di Milano - è una nuova sfida per Fca. Azioni simili si possono fare e portano benefici a entrambi i Paesi coinvolti. Siamo incoraggiati da quello che potremo fare insieme". John Elkann ha anche confermato che non ci saranno chiusure di stabilimenti.

13:00 Daimler: opportunità di collaborazione

Daimler segue con attenzione lo sviluppo della trattativa per una possibile fusione tra Fca e Renault. Secondo Bloomberg il gruppo tedesco rietiene che se l'operazione andasse in porto si potrebbero aprire "possibilità di collaborazione". Daimler collabora dal 2010 con l'Alleanza Renault-Nissan, con una partecipazione azionaria del 3,1%.

11:50 Renault: interesse per la proposta Fca

"Dopo un attento esame dei termini della proposta amichevole di Fca, il Cda di Renault ha deciso di studiare con interesse l'opportunità di tale combinazione". Questo il contenuto di una breve nota del gruppo francese nella quale si legge anche: "A tempo debito saranno diffuse ulteriori comunicazioni per informare il mercato dei risultati di queste discussioni". Il testo continua ricordando come la proposta fusione sia destinata a "creare ulteriore valore per l'Alleanza".

11:30 Lavoratori: Fca non abbandoni l'Italia

"La Fiat ha fatto la storia del nostro Paese e non può abbandonarlo così. Noi tutti non lo meritiamo. La Fiat deve continuare a creare, sviluppare, produrre a Torino e in Italia". Lo hanno scritto in una lettera al presidente John Elkann i lavoratori degli stabilimenti torinesi di Fca e Cnh. Nel testo - diffuso dalla Fiom, il sindacato dei metalmeccanici - si legge tra l'altro: "Ci auguriamo che non vengano sacrificati gli stabilimenti italiani. Ci rivolgiamo a lei presidente, che è a capo dell'azienza e rappresenta la continuità con la storia ultra centenaria della sua famiglia e della Fabbrica Automobili Torino, perchè si istituisca subito un tavolo di confronto con tutte le parti sociali interessate, istituzioni e organizzazioni sindacali di categoria".

11:20 Salvini: fusione ok, ma occhio ai posti di lavoro

"Se Fiat cresce è una buona notizia, conto che sia una operazione brillante, tuteli i posti di lavoro nel Paese e porti alla crescita di un gigante europeo dell'automobile". Cosi il vicepremier Matteo Salvini sulla fusione tra Fca e Renault. "E' un segnale - ha continuato il segretario della Lega - di orgoglio e vivacità. Dal nostro punto di vista è fondamentale la tutela dei posti di lavoro e che ci sia un piano che guardi al medio termine".

10:15 Manley: per la fusione ci vorrà più di un anno

"Se questa fusione andrà avanti, la nascita della nuova società potrebbe richiedere più di un anno". Lo afferma l'amministratore delegato di FCA, Mike Manley, in una lettera ai dipendenti del gruppo sulla fusione con Renault. "Crediamo che i benefici che matureranno da una fusione tra Renault e FCA si estenderanno anche ai partner dell'alleanza Mitsubishi e Nissan. E non vediamo l'ora di coinvolgerli in opportunità ancora più grandi e reciprocamente vantaggiose", continua Manley nella lettera. "Nel gruppo Renault abbiamo trovato un partner affine che vede il futuro come noi"

9:50 Manley: fusione in posizione di forza

"Il cda e io rimaniamo fiduciosi nella nostra strategia indipendente e guardiamo a questa fusione in una posizione di forza avendo chiuso il 2018 con la migliore posizione finanziaria dalla costituzione di FCA". Lo scrive l'amministratore delegato di Fca, Mike Manley, in una lettera ai dipendenti.

9:10 La conferma di Renault

Il Gruppo Renault conferma di aver ricevuto una proposta da FCA relativa a una potenziale fusione al 50%. Il Consiglio di amministrazione di Renault discuterà in mattinata della proposta.

9:05 Dividendi per compensazione

Per avviare il processo di fusione paritetica FCA, il prezzo di 11,46 euro per azione registrato alla chiusura di venerdì scorso, potrebbe essere rettificato a 9,70 euro, dopo aver staccato un ''dividendo per compensazione'' di 2,5 miliardi e aver sottratto un ulteriore valore di 250 milioni (0,16 euro per azione). L'operazione sarebbe fondamentale se non si verificasse lo spin off di Comau o la vendita con distribuzione del ricavato netto. Il valore del concambio per raggiungere la proprieta' paritaria 50/50 sarebbe di 5,329.

8:55 Governo francese favorevole alla fusione

Il governo francese è "favorevole" e "incoraggia" la fusione tra FCA e Renault, anche se aspetta di conoscerne tutte le condizioni. Lo ha detto, secondo quanto ha riportato Bloomberg, il portavoce Sibeth Ndiaye. La fusione promuoverebbe "la sovranità economica" dell'Europa, dove "abbiamo bisogno di giganti". Ndiaye ha ricordato che la scorsa settimana il ministro dell'Economia francese, Bruno Le Maire, ha incontrato il presidente di Renault, Jean-Dominique Senard, per parlare dell'operazione.

8:55 I titoli volano in Borsa

L'ipotesi di fusione tra FCA e Renault fa volare i titoli: nella fase di pre-apertura FCA segna un rialzo teorico del 10,4% a Piazza Affari e anche a Parigi Renault segna un rialzo analogo. Nissan, parte dell'alleanza con i francesi, ma al momento esclusa dall'integrazione ha chiuso a Tokyo in rialzo dello 0,97% a 747,8 yen.

8:22 Prima reazione politica

E' una "anomalia" da "tenere d'occhio" il fatto che lo Stato francese abbia una partecipazione del 15% di Renault. Il presidente della Commissione Bilancio della Camera, il leghista Claudio Borghi, ha commentato in questo modo la proposta della possibile fusione fra FCA e il gruppo francese. "Bisognerà attenti che un patrimonio della storia d'Italia sia valorizzato. Se sara' cosi', non ci saranno problemi, altrimenti...".

7:42 Dalla fusione oltre 5 miliardi di sinergie

FCA stima in oltre 5 miliardi di euro le sinergie annuali in aggiunta a quelle già esistenti nell'Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi. "L'aggregazione delle attività - si legge nella nota - metterà insieme punti di forza complementari. Il portafoglio marchi fornirebbe una copertura completa del mercato con una presenza in tutti i segmenti chiave dai marchi di lusso e premium come Maserati e Alfa Romeo, Dacia e Lada e includerebbe Fiat, Renault, Jeep e Ram cosi' come i veicoli commerciali".

7:40 FCA: nessun stabilimento a rischio chiusura

Nella nota pubblicata, FCA rassicura che la fusione con il gruppo Renault non porterebbe ad alcuna chiusura di stabilimenti in Italia.

7:39 Società in borsa a Milano, Parigi e New York

La Società che nascerebbe dalla fusione tra FCA e Renault potrà essere quotata su Borsa Italiana (Milano), Euronext (Parigi) e al New York Stock Exchange.

7:37 FCA presenta proposta per fusione con gruppo Renault

Diventa ufficiale quanto anticipato nelle ore scorse dal Financial Times: FCA ha presentato una proposta di fusione con il gruppo Renault. La Società risultante sarà paritetica: il 50% agli azionisti di FCA e 50% agli azionisti di Renault. La fusione porterebbe alla nascita del terzo più grande costruttore con 8,7 milioni di veicoli venduti nel mondo con una gamma di brand e modelli che andrebbe dalla low cost (Dacia) fino al premium di Alfa Romeo e Maserati. L'integrazione porterebbe alla condivisione di tecnologie ed investimenti nell'elettrificazione (dove Renault è leader oggi di mercato) e guida autonoma.

 

 

Tag

Business  · FCA  · Renault  · 

Ti potrebbe interessare

· di Stefano Antonetti

Il presidente di FCA incontrerà il numero 1 della Casa giapponese per illustrare il progetto di fusione con Renault. Discussione su governance (e molto altro). Lo racconta la...

· di Edoardo Nastri

Il gruppo che potrebbe nascere dalla fusione sarebbe il terzo per vendite e il quarto per fatturato al mondo. Se aderissero Nissan e Mitsubishi, diventerebbe il primo

· di Redazione

L'incontro di Yokohama tra i vertici dell'Alliance non scioglie i dubbi dei costruttori giapponesi sulla fusione tra il gruppo italo-americano e quello francese

· di Sergio Benvenuti

In attesa di sviluppi sulla trattativa tra FCA e il gruppo francese, analizziamo i dati di vendita mondiale del brand di Boulogne-Billancourt. Elettriche in evidenza

· di Edoardo Nastri

Non è la prima volta che le due industrie collaborano. Dall'Alfa Romeo Dauphine alla Jeep francese, passando anche per l'alleata Nissan con l'Arna

· di Francesco Paternò

“Trattativa avanzata”, scrive il Financial Times. "Intesa da annunciare lunedì" 27 maggio, aggiunge Bloomberg. Potrebbe diventare la prima alleanza al mondo dell’auto