Ultimo aggiornamento  08 dicembre 2019 06:59

Cityscoot approda a Roma.

Sergio Benvenuti ·

Cityscoot, prima start-up francese di scooter sharing elettrici, prosegue la sua espansione internazionale. Dopo Milano, è il turno di Roma. L'azienda, che in Francia conta già di una flotta di oltre 4mila due ruote (Parigi e Nizza) e che ha esordito nel capoluogo lombardo con 500 mezzi, debutta nella Capitale con i primi 100 veicoli a batteria. Durante il periodo estivo, Cityscoot promette di incrementare questo numero.

Come funziona

Lo scooter elettrico - velocità massima di 45 chilometri orari e autonomia di circa 100 chilometri - può essere riservato via smartphone. Gli utenti dovranno solo scaricare l'applicazione Cityscoot (Android o iOS) per individuare il mezzo disponibile più vicino e prenotarlo gratuitamente. A quel punto si avranno 10 minuti per raggiungerlo. Il due ruote si sblocca con un codice a 4 cifre ricevuto al momento della conferma della prenotazione. Come in Francia, anche nel nostro Paese i veicoli possono essere utilizzati ovunque, a condizione che siano parcheggiati nell'area indicata dal fornitore al termine del noleggio.

Il servizio è accessibile esclusivamente ai maggiorenni in possesso della patente di guida. Non richiede canone di abbonamento. Si paga solo per l'effettivo utilizzo: 0,29 euro al minuto ed è anche possibile acquistare il pacchetto CityRider che consente di viaggiare per 100 minuti al costo di 22 euro.

Per i clienti più frequenti, Cityscoot offre anche un programma fedeltà che permette di accumulare minuti gratuiti, che verranno accreditati - tramite l'app - il mese successivo.

Tag

Cityscoot  · Roma  · Scooter sharing  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

A un mese dal debutto, l'azienda di scooter sharing elettrico aumenta la presenza nella Capitale: la flotta passa da 100 a 200 veicoli, più zone servite oltre il centro

· di Marina Fanara

Il Campidoglio potenzia la rete del trasporto pubblico dal centro alla periferia con orari prolungati fino alle 5 del mattino anche nelle zone finora scoperte

· di Marina Fanara

E' il quinto scooter sharing nel capoluogo lombardo e il terzo a zero impatto. Debutta con 500 veicoli in modalità free floating. A metà anno arriverà a Roma