Ultimo aggiornamento  16 ottobre 2019 01:26

Pesaro: Google snobba la bici.

Marina Fanara ·

"E le biciclette? Così non va", lo dice Matteo Ricci, sindaco di Pesaro, sul suo profilo Facebook per esortare Google a inserire anche la bicicletta nel calcolo dei percorsi cittadini e non solo auto, andare a piedi e mezzi pubblici.

"Abbiamo sollecitato Google per iscritto, facendogli notare che in Italia il principale navigatore online al mondo non indica la bicicletta come mezzo di trasporto per la mobilità in città: è un grande errore", sottolinea il sindaco.

Pesaro in bicipolitana

Tanto più per Pesaro che punta moltissimo sulla ciclabilità come alternativa sostenibile per gli spostamenti cittadini ed è una delle prime realtà urbane dove si sta realizzando una rete strutturata e capillare di ciclabili: la cosiddetta bicipolitana.

Si tratta di un'infrastruttura innovativa con tanto di linee e fermate proprio come una normale metropolitana, ma al posto dei binari ci sono le piste e invece dei convogli transitano le biciclette. Approvato nel 2005, il progetto è in fase di realizzazione e prevede 11 linee, finora ne sono state realizzate 5 (la rossa, l'azzurra, la verde, la blu, la viola e la rosa) per un totale di quasi 90 chilometri di percorso, la metà dei 180 previsti per completare l'opera.

Metti una bici nei percorsi

"Abbiamo scritto a Google per apportare questa modifica, magari scegliendo Pesaro come prima città dove sperimentare l'indicazione in bici nel calcolo dei percorsi", ribadisce Ricci, "nella nostra città, per esempio, grazie alle linee della bicipolitana la bicicletta è molto spesso il mezzo più veloce, comodo e meno costoso".

Un'alternativa all'auto di proprietà che tutto il Paese dovrebbe incentivare, "anche perché", aggiunge il primo cittadino, "con le nuove due ruote elettriche sarà più agevole percorrere anche i tragitti più lunghi e in salita. Quindi, caro Google, è tempo di cambiare e noi da Pesaro, città della bicicletta, ci siamo".

Tag

Bicicletta  · Bicipolitana  · Google  · Pesaro  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

Il colosso di Mountain View ha introdotto una funzione che permette di cancellare anche in automatico le cronologia di ricerca e delle posizioni

· di Sergio Benvenuti

Il colosso americano renderà visibili sul proprio servizio di navigazione le stazioni di ricarica di 8 aziende (tra cui Tesla) in Gran Bretagna, Usa, Australia e Nuova Zelanda