Ultimo aggiornamento  25 novembre 2020 01:26

Baic vuole il 5% di Daimler.

Edoardo Nastri ·

Baic avrebbe intenzione di acquisire il 5% di Daimler. Secondo quanto riportato dall’agenzia Reuters il costruttore cinese, con cui i tedeschi hanno una joint venture - la Beijing Benz - per la produzione di vetture nella Repubblica popolare, avrebbe informato le autorità cinesi sulla volontà di spendere circa 3 miliardi di euro per assicurarsi le azioni del costruttore tedesco.

L’interesse di Baic verso Daimler si era già manifestato nel 2015 per concludersi poi in un nulla di fatto. Nel 2018 invece, Li Shufu, presidente del gruppo automobilistico cinese rivale Geely, è riuscito, attraverso una società di facciata con sede a Hong Kong, ad assicurarsi una quota del 9,69% di Daimler, diventando l’investitore con il maggior numero di azioni. A fine marzo Daimler e Geely hanno annunciato una joint venture paritaria destinata allo sviluppo globale del marchio Smart. Qualora l'acquisto dovesse andare in porto, Daimler sarebbe per il 14,7% di proprietà cinese

Mercedes, il migliore tra i premium

Baic non ha intenzione di rimanere indietro, soprattutto vista la collaborazione in corso con i tedeschi per sfidare il mercato cinese. Qui, secondo i dati del primo trimestre 2019, Mercedes-Benz è leader nel segmento premium con 174mila unità consegnate, il 3% in più dello stesso periodo dell’anno precedente.

Anche in Europa, nello stesso trimestre, il costruttore è al primo posto per vendite tra i premium con 218mila vetture targate. La Glc - inoltre - è stata la suv più venduta del 2018 sul Vecchio Continente, con 97mila unità immatricolate nei dodici mesi. 

Tag

Baic  · Daimler  · Mercedes-Benz  · 

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

BAIC mira ad aumentare le quote del gruppo tedesco. Nell'azionariato c'è anche un'altra cinese: Geely, che al non sembra però opporsi alla rivale. Almeno finora

· di Edoardo Nastri

Si chiama così il nuovo brand del colosso cinese Baic con cui verranno proposti sei veicoli elettrificati su due piattaforme inedite. Un investimento da 2,8 miliardi di dollari

· di Paolo Borgognone

I costruttori annunciano una cooperazione strategica con al centro il marchio delle city car. Dal 2022 una nuova versione 100% elettrica verrà prodotta in Cina