Ultimo aggiornamento  12 dicembre 2019 11:30

Seat e il monopattino di de Meo.

Paolo Odinzov ·

BARCELLONA - “Che senso ha muovere un oggetto che pesa centinaia di chili per trasportare una sola persona, magari per pochi chilometri?” Luca de Meo, ceo di Seat, usa un paradosso per spiegare come e perché la micromobilità sia destinata ad assumere un ruolo sempre più attivo in ambito cittadino generando per le case automobilistiche un business importante. Ruolo che proprio la marca spagnola dovrà gestire, con idee e prodotti, all’interno del gruppo Volkswagen e che, dice de Meo “crescerà decisamente con l’elettrificazione e quando tecnologie e regolamentazioni consentiranno ai veicoli di spostarsi in modo autonomo”.

Guida autonoma e sharing

Questo perché la micromobilità si svilupperà in primis attraverso piattaforme di sharing, dove oggi le auto a batteria rappresentano la soluzione migliore, visti i pochi chilometri che devono percorrere. E dove uno dei principali problemi è la gestione territoriale dei mezzi. “Un veicolo che si trova in una zona periferica potrà tornare da solo dove vi è più richiesta senza richiedere personale per farlo, abbattendo così costi per gestori e clienti”, spiega de Meo.

Non è infatti un caso che Seat abbia realizzato il concept elettrico Minimò, svelato al recente Mobile World Congress di Barcellona, pensando già al domani e alla guida autonoma. Sulla vettura vi sono ampi spazi per sistemare sensori e sistemi con i quali potrà un giorno anche marciare da sola offrendo però la possibilità di essere guidata come una normale auto se chi sale a bordo avrà piacere di farlo.

Due ruote per la città

Diverso è invece il discorso del monopattino a batterie eXS che Seat ha lanciato, mettendo praticamente il proprio marchio su un modello prodotto dalla azienda leader nel settore Segway. E che ha avviato alla vendita lo scorso dicembre con un successo oltre le previsioni (ne sono stati acquistati già oltre cinquemila esemplari). Non guiderà da solo, almeno per adesso, ma si tratta di un oggetto capace anche questo di muovere parecchie persone. Per un giro d’affari considerevole e destinato a crescere per la Casa di Martorel anche grazie alla collaborazione stretta con la start-up per il kicksharing elettrico Ufo, attraverso Xmoba Ventures: società indipendente Seat per la gestione delle nuove soluzioni di mobilità. Una partnership che al momento prevede un’offerta di 530 monopattini eXS per la popolazione di Madrid.

Dal monopattino alla Lamborghini

“In futuro - ci dice ancora de Meo - siamo già al lavoro per sviluppare un monopattino orientato proprio all’impiego attraverso lo sharing. Magari più robusto dell’eXS, in modo da essere maggiormente sicuro e meno a rischio di furto o danneggiamento. Con delle ruote più grandi, ammortizzatori più comodi e un’autonomia estesa”.

Anche quest’ultimo potrebbe diventare un prodotto condiviso con Skoda, Audi e Volkswagen. Oltre ad essere, sempre secondo filosofia e ruolo di Seat, il primo mezzo per far avvicinare i giovani ai veicoli del gruppo Volkswagen. Una sorta di passepartout per entrare in un universo dove dall’eXS i veicoli spaziano fino ai bolidi di Porsche e Lamborghini, passando per l’elettrificazione che sta cambiando volto al mondo dell’auto.

Tag

Gruppo Volkswagen  · Luca de Meo  · Micromobilità elettrica  · Seat  · Segway  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La Casa spagnola ha avviato nello stabilimento di Martorel un servizio aereo per la consegna delle componenti con mezzi radiocontrollati che si ricaricano da fonti rinnovabili

· di Paolo Odinzov

La Casa spagnola ha annunciato l'apertura della software house Seat:Code che si occuperà anche di modelli di business legati alle nuove forme di mobilità

· di Valerio Antonini

Negli Usa è in rampa di lancio una nuova piattaforma per la condivisione di e-scooter a batteria, con lo stesso nome del campione olimpico giamaicano, scelto come ambasciatore

· di Carlo Cimini

Al Mobile World Congress (25/28 febbraio) svelata una concept quadriciclo due posti a zero emissioni e con sistemi di guida autonoma del marchio spagnolo