Ultimo aggiornamento  16 ottobre 2019 14:24

Volkswagen, ecco la ID.3.

Edoardo Nastri ·

BERLINO - La rivoluzione elettrica di Volkswagen prende ufficialmente il via. È possibile prenotare la prima vettura a zero emissioni del marchio tedesco nata sulla piattaforma Meb che si chiama ID. 3. “Questo è un giorno veramente speciale per Volkswagen, una data che segna un autentico cambiamento nella storia del nostro brand”, dice il capo delle vendite Jürgen Stackmann che prevede di consegnarne circa 100mila unità all'anno a pieno regime in Europa. 

I clienti di 29 paesi Europei, tra cui anche l’Italia, possono assicurarsi la prenotazione delle ID.3 con un deposito di 1.000 euro per ritirarla a partire dalla metà del 2020. L'elettrica verrà svelata ufficialmente al pubblico a settembre al Salone di Francoforte.

1st edition a 40mila euro

La versione dedicata ai primi clienti si chiama ID. 3 1st, costa poco meno di 40mila euro (prezzo per la Germania) e ha un’autonomia misurata nel ciclo Wltp di 420 chilometri. Gli esemplari disponibili sono 30 mila. Il modello è ordinabile solo con la batteria intermedia da 58 chilowattora: arriveranno quindi anche la top di gamma da 550 chilometri di autonomia (75 chilowattora) e la base da 330 (45 chilowattora) che costerà, sempre in Germania, meno di 30 mila euro. Un prezzo leggermente rivisto al rialzo rispetto alle dichiarazioni iniziali dei manager tedeschi che avevano annunciato un costo pari a una Golf diesel.

3 allestimenti per il lancio

Tre le configurazioni previste per il lancio: Base, Plus e Max. Gli equipaggiamenti sono comunque completi anche per la entry level che offre, tra gli altri, il sistema di navigazione satellitare e i comandi vocali. La Plus si riconosce per le tonalità bi-colore di interni ed esterni e il pacchetto IQ. Light. La top di gamma Max avrà di serie il grande head up display in grado di proiettare anche elementi in realtà aumentata.

Secondo Stackmann, la versione da 420 chilometri di autonomia sarà quella più venduta e l’allestimento preferito sarà quello base che ha già un equipaggiamento completo. Il costruttore garantisce le batterie di tutte le ID. 3 per 8 anni o 160mila chilometri. Per chi deciderà di comprare la ID.3 1st è incluso un anno di ricarica gratuito fino a un massimo di 2mila chilowattora di potenza utilizzata. Le modalità verranno spiegate in seguito. 

Obiettivi confermati

Il capo delle vendite ha confermato gli obiettivi futuri, ribadendo che gli investimenti del marchio per lo sviluppo della mobilità elettrica e connessa sono di 9 miliardi di euro entro il 2023 e che le vetture a zero emissioni prodotte negli stabilimenti dedicati in Europa, Usa e Cina saranno più di 10 milioni nei prossimi 10 anni.

“La ID. 3 segna l’inizio di una nuova era non solo per il nostro marchio, ma per tutti gli operatori del mercato”, dice soddisfatto Stackmann. E quando gli si chiede se la vettura sarà marchiata con un brand che Volkswagen dedicherà esclusivamente alle elettriche sorride: “Lo scoprirete al Salone di Francoforte”.

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Al Salone tedesco (12-22 settembre) dominano come sempre i costruttori nazionali. Molte defezioni ma anche tante anteprime mondiali con un comune denominatore: l'elettrificazione

· di Edoardo Nastri

Dopo 19 anni, il dieselgate e la svolta elettrica ci voleva "un cambio di passo epocale", ci dice a Wolfsurbg Klaus Bischoff, capo del design del marchio. 70mila pezzi subito

· di Paolo Odinzov

L'elettrica della Casa tedesca, già ordinabile, prevede differenti versioni per soddisfare tutte le esigenze di autonomia

· di Edoardo Nastri

Il gruppo tedesco avrebbe intenzione di produrre in Slovacchia una piccola a zero emissioni da vendere a meno di 20mila euro. In Germania si costruirà un suv compatto a batteria

· di Alessandro Marchetti Tricamo

Il ceo Herbert Diess alza l'asticella dell'elettrificazione del gruppo tedesco:più modelli, più volumi e un investimento di 30 miliardi di euro entro il 2023