Ultimo aggiornamento  05 dicembre 2019 16:17

Ferrari: trimestrale da record.

Edoardo Nastri ·

Ferrari chiude il primo trimestre del 2019 registrando un utile netto pari a 180 milioni di euro, un risultato in crescita del 22% rispetto allo stesso periodo del 2018. A trainare le vendite è la Portofino, spider e modello d'accesso alla gamma.

In totale sono state consegnate 2.610 Ferrari, in aumento del 22,7% e ricavi netti pari a 940 milioni di euro, in crescita del 13,1% rispetto al 2018. La mappa delle consegne registra un aumento omogeneo: +9,6% in Europa, Medio Oriente e Africa, +79,2% in Cina,Taiwan e Hong Kong, +26,5% nel continente americano e +29,3% nel resto dell'Asia.

Confermati gli obiettivi

Tutti i target per il 2019 sono stati confermati dai manager del Cavallino: margine operativo a 1,5 miliardi di euro e ricavi per più di 3,5 miliardi. Il tutto guardando alle previsioni annunciate da Louis Camilleri, ceo di Ferrari, per il 2020: ricavi netti superiori ai 3,8 miliardi di euro (e 5 nel 2022), una Ebit Adj allo 0,9% e l’Etbitda dell’1,3%. Risultati e obiettivi hanno fatto volare il titolo in borsa che è stato sospeso per eccesso di rialzo: +5,15% a 124,5 euro. 

Tag

Business  · Ferrari  · 

Ti potrebbe interessare

· di Francesco Paternò

Sono i cavalli complessivi di cui dispone la prima supercar di serie ibrida plug-in di Maranello, con un V8 turbo e tre motori elettrici. In vendita nel 2020

· di Francesco Paternò

Al museo Enzo Ferrari di Modena la mostra “Capolavori senza tempo” dedicate al rapporto di alcune icone del marchio con la propria contemporaneità

· di Umberto Zapelloni

Il piano 2018-2022 prevede una produzione ibrida al 60%, un suv che per ora si chiama Purosangue, ricavi netti per quasi 5 miliardi

· di Alessandro Marchetti Tricamo

Margini e capitalizzazione record. Questo ha lasciato Marchionne. Tante le sfide per il nuovo ceo Camilleri, pronto a lanciare il suo piano industriale