Ultimo aggiornamento  17 agosto 2019 19:11

Spotify, musica da record (anche in auto).

Carlo Cimini ·

Cento milioni di utenti Spotify. E l'auto ringrazia. Quella delle nuove generazioni (o per quelle che vogliono essere al passo con i tempi), nate con uno smartphone tra le mani. In un mondo in cui è tutto digitalizzato e qualsiasi cosa si può consultare attraverso un display, il veicolo connesso permette di interagire con molte app del nostro smartphone attraverso il display touchscreen.

La maggior parte delle icone del telefono si replicano sullo schermo, senza doverci rinunciare. Una di queste è proprio Spotify. Il servizio di musica streaming fornito dalla società svedese - fondata nell’aprile del 2006 da Daniel Ek e Martin Lorentzon – permette di ascoltare milioni di brani ovunque ci si trovi. Nel primo trimestre 2019 l'app ha raggiunto lo storico traguardo dei 100 milioni di utenti abbonati (i clienti, comprendendo anche quelli che utilizzano la piattaforma base gratis, sfiorano i 200 milioni).

Apple Music superata

Una crescita particolarmente veloce e quasi inaspettata del 32% con un incremento di 25 milioni degli utenti. In attesa di conoscere gli ultimi dati aggiornati della rivale Apple Music (50 milioni di iscritti nello scorso rilevamento), Spotify si posiziona al primo posto come servizio musicale on demand.

Occhio alla sicurezza

Grazie alla modalità auto, chi è alla guida avrà meno opportunità di distrarsi mentre interagisce con Spotify. Ora è disponibile una nuova funzione pensata per aumentare la sicurezza alla guida per chi non ha a disposizione un display al centro della strumentazione: la modalità si chiama Car View e si attiva automaticamente quando lo smartphone è connesso al veicolo tramite Bluetooth. L’interfaccia in questo caso ha caratteri più grandi e leggibili (sia in orizzontale che in verticale), pochi pulsanti e mostra solo le informazioni sull’artista e il brano in riproduzione. Oltre a questa modalità, Spotify si può integrare con i servizi di navigazione Google Maps e Waze.

Connettività al primo posto

Tecnologia che non manca nei modelli più aggiornati di tutte le Case automobilistiche. Fiat Chrysler Automobiles, in particolare, ha recentemente raggiunto l’accordo con Google e Harman, controllata americana di Samsung, per utilizzare un nuovo "ecosistema" e migliorare le funzionalità online dei veicoli.

Spotify è presente in entrambi i sistemi di infotainment maggiormente diffusi, Android Auto e Apple CarPlay, un must tra gli automobilisti che vogliono essere sempre connessi. Anche questo contribuisce al successo a sette note di Spotify.

Tag

infotainment  · Musica  · Spotify  · 

Ti potrebbe interessare

· di Samuele Maria Tremigliozzi

Il gruppo auto e le celebri piattaforme di musica e video on demand unite da uno stesso investitore: ecco chi è e cosa piace al fondo Tiger Global Management