Ultimo aggiornamento  23 maggio 2019 03:29

Il Ciwrc fa tappa all'Elba.

Chiara Iacobini ·

Week end di gara, con coefficiente 1,5, sulle strade del Rallye dell'Elba per il secondo appuntamento stagionale del campionato italiano Wrc dopo il "Mille Miglia". La competizione vede iscritti alla partenza 73 equipaggi: ai protagonisti del tricolore si aggiungono i partecipanti toscani della Coppa Rally di Zona - unico round in regione con coefficiente 2 - e quelli in lizza per le titolarità del Trofeo Rally Toscano, la Coppa Rally R1, Michelin Rally Cup e Suzuki Rally Cup.

I migliori in gara

Tra quanti aspirano a un ruolo da protagonisti nelle difficili prove speciali sull'isola, la palma del favorito va a Luca Pedersoli, reduce dalla vittoria del primo round in terra bresciana su una Citroen DS3 WRC. da tenere d'occhio Simone Miele, con un’altra DS3 WRC, che torna quest’anno e torna all’Elba dopo il secondo posto del 2017 e la bella partenza del 1000 Miglia e ancora a caccia del primo successo tricolore. Alle spalle delle due vetture francesi il terzo assoluto in graduatoria Marco Signor con la Ford Fiesta WRC, anche lui in cerca di punti pesanti, come Corrado Fontana sulla Hyundai i20 WRC. Quest'ultimo, dopo l’avvio sfortunato del 1000 Miglia dove si è subito giocato lo scarto, stavolta sarà affiancato da Giovanni Agnese, e cercherà il successo per rimanere in corsa per il titolo.

In gara anche Luigi Fontana, papà di Corrado, con l’altra Hyundai i20, con alle note per la prima volta l’esperto Emanuele Baldaccini, uno che all’Elba ha vinto tanto, da navigatore tra le vetture “storiche”. Da osservare tra i protagonisti del Campionato anche Corrado Pinzano, primo tra le R5, a bordo di una Skoda Fabia.

Gara lunga

Guardando al programma di gara saranno due intense giornate di sport con otto prove speciali in parte riprendendo “il meglio” dell’edizione dell’anno passato valido per il CIR. Quattro prove più corte per il venerdì dopo lo start pomeridiano nella zona portuale, alla Calata Italia: decisamente più impegnativa la seconda giornata, con le restanti quattro prove speciali che saranno certamente quelle dove si deciderà la gara. In totale, la distanza del rallye sarà di 330,860 chilometri, dei quali 120,370 cronometrati.

Tag

CIwrc  · Isola d'Elba  · Pedersoli  · Rallye  · 

Ti potrebbe interessare

· di Chiara Iacobini

Il Rally dell'Elba ha incoronato il pilota della Citroen Ds3 Wrc, mai vincitore finora nel campionato nazionale. Prossimo appuntamento in Salento