Ultimo aggiornamento  19 giugno 2019 04:38

Monopattini elettrici senza regole.

Marina Fanara ·

Al via dall'estate prossima la sperimentazione in città di una normativa - oggi assente - per monopattini a batteria, monowheel, segway e hoverboard: tutti quei piccoli mezzi di trasporto, in voga in grandi metropoli europee, prima fra tutte Barcellona, che rientrano nel campo della micromobilità elettrica.

Mancano le regole

Un capitolo quello della micromobilità a batteria che è stato inserito nella Legge di bilancio 2019, con l'obiettivo di considerare anche questi dispositivi (che al momento non sono contemplati dal Codice della strada) tra le modalità di spostamento a zero emissioni. Ora, un decreto del ministero Infrastrutture e trasporti consente il via libera dei test su strada esclusivamente in ambito urbano e nel rispetto di determinate condizioni.

Non più di 20 chilometri l'ora

Cominciamo dalla velocità consentita: non oltre i 20 chilometri orari, ma nelle aree pedonali non può superare i 6. Inoltre, nelle piste ciclabili protette, nelle corsie riservate e nelle zone 30 è ammesso il transito solo a monopattini e segway (in un range tra i 6 e i 20 chilometri l'ora), ma non a monowheel e hoverboard.

E ancora: divieto di circolazione al buio (da mezz'ora dopo il tramonto all'alba) e di giorno in caso di scarsa visibilità per i microveicoli sprovvisti di luci: di notte e in caso di maltempo potranno essere solo portati a mano.

La responsabilità dei Comuni

Il decreto attuativo ora dovrà essere condiviso dai Comuni ed enti locali che dovranno adottare il piano per la sperimentazione indicando su quali strade si potranno svolgere i test e con l'impegno di dotare le infrastrutture oggetto della sperimentazione di specifica segnaletica verticale e orizzontale. Nel caso di noleggio di tali dispositivi, le Amministrazioni locali dovranno anche predisporre apposite aree di sosta e assicurarsi che siano coperti da assicurazioni.

Formula E con monopattino

A proposito di servizi condivisi, in occasione dell'E-Prix di Roma, il 12 e 13 aprile scorso, Enel X in collaborazione con Bird (azienda americana di sharing mobility) ha offerto al pubblico la possibilità di testare un monopattino elettrico nell'area del circuito.

L'obiettivo, non appena la legge lo consentirà, è fare in modo che in tutte le stazioni Enel X siano presenti questi dispositivi, così da da offrire a chi guida un veicolo elettrico, di parcheggiarlo, metterlo in carica e proseguire su un monopattino a batteria.

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Accelerare il passaggio all'elettrico è la mission di Motus-E, che spiega i motivi che faciliteranno la diffusione dei veicoli a zero emissioni. Anche in Italia