Ultimo aggiornamento  23 settembre 2019 18:37

Bruxelles, taglio emissioni è legge.

Francesca Nadin ·

Con il via libera del Consiglio europeo, dopo l'approvazione del Parlamento Ue lo scorso marzo, i nuovi limiti sulle emissioni di CO2 delle auto sono diventati definitivi.

2030: 37,5% di CO2 in meno

Le nuove regole varate da Bruxelles impongono un taglio di anidride carbonica emessa dalle nuove vetture pari al 37,5% entro il 2030 con un obiettivo intermedio del 15% nel 2025. Stesso valore anche per i veicoli commerciali (furgoni e pulmini) di nuova costruzione per i quali però nel 2030 la diminuzione è fissata al 31%.

Battaglia vinta per il clima

"E' un altro passo avanti per raggiungere gli obiettivi in materia di clima e per garantire che i costruttori di veicoli contribuiscano agli sforzi per la riduzione dei gas serra", ha commentato il Consiglio europeo che ha approvato le nuove regole senza discussione.

"Oggi è una giornata importante nel percorso intrapreso con convinzione, dal nostro Paese e dall'Europa, per la lotta ai cambiamenti climatici", ha sottolineato il nostro ministro dell'Ambiente Sergio Costa, "siamo soddisfatti del contributo fondamentale dato dall'Italia che si è impegnata fortemente affinché venissero messi nero su bianco obiettivi più ambiziosi. Siamo felici di esserci riusciti".

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Secondo MobilitAria 2019, nelle metropoli italiane nonostante il calo lo smog è ancora oltre i limiti, Torino la peggiore. Crescono gli spostamenti a piedi e in bici, ma l'auto...

· di Marina Fanara

Il Parlamento europeo ha approvato il provvedimento sui dispositivi obbligatori per prevenire gli incidenti, tra cui limitatori di velocità, scatola nera e sistemi anti distrazione

· di Redazione

Il Parlamento europeo ha definitivamente approvato la norma che fissa la riduzione tra il 2020 e il 2030 delle emissioni prodotte dalle auto. -31% per i furgoni