Ultimo aggiornamento  16 giugno 2019 06:51

Venturi Antarctica, ricerca a zero emissioni.

Elisa Malomo ·

Il team Venturi guarda all'elettrico anche al di fuori dei circuiti della Formula E. Dopo il successo dei primi test, il costruttore monegasco ha in programma di partecipare presto a una spedizione con destinazione Polo Sud con l'inedita Antarctica, il primo veicolo esplorativo polare a batterie

Il primo veicolo esplorativo

Si tratta di un fuoristrada di circa due tonnellate spinto da due motori elettrici da 60 kilowattora che garantiscono un'autonomia di 45 chilometri a una velocità massima di 20 all'ora. Sembrano pochi, ma in realtà il Ventura Antarctica offre prestazioni di alto livello. E' in grado di attraversare qualsiasi tipo di terreno, grazie a dei cingoli Caterpillar, sfidando ogni temperatura. Il mezzo è stato testato a -30°C nelle innevate terre canadesi e potrebbe imbattersi fino ai -50°C registrati al Polo Sud.

L'abitacolo può ospitare fino a 3 persone integrandosi con il paesaggio circostante. Con 2 porte laterali e 2 finestre nella parte anteriore e posteriore l’autista siede da solo e ha una vista a 180° dei dintorni.

Un'idea "nobile"

La progettazione del veicolo - e il suo viaggio all'estremo sud dell'emisfero australe - nascono da un'idea di Alberto II di Monaco. In occasione di una spedizione nell'Antartico del 2009, il principe realizzò che serviva ridurre - meglio eliminare - l'inquinamento creato dai veicoli tradizionali utilizzati per la ricerca. Attraverso la Fondazione a suo nome, incaricò il presidente di Venturi Automobiles Gildo Pastor di fornire agli scienziati un mezzo di trasporto che consentisse l'esplorazione a zero emissioni in uno degli ambienti più incontaminati del pianeta, in quelle terre ostili dove si analizzano cause ed effetti del surriscaldamento globale e si studiano soluzioni.

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

I corpi speciali Usa si dotano di un veicolo a elettrico che accelera da 0 a 100 in 3 secondi. E ha il nome di un eroe a quattro zampe