Ultimo aggiornamento  15 settembre 2019 19:54

Gigafactory 1, Tesla e Panasonic frenano.

Paolo Odinzov ·

Tesla e Panasonic hanno sospeso i piani per espandere la capacità produttiva dello stabilimento Gigafactory 1 in Nevada. Al momento la più grande fabbrica di batterie al mondo, con una potenza di 35 gigawattora, destinata nei piani di Elon Musk a supportare prinicpalmente la fornitura di accumulatori per la Model 3.

Le previsioni negative di Wall Street

I due partner avevano pianificato di aumentare gradualmente la capacità di Gigafactory 1 fino al 50% entro il prossimo anno La decisione di rinunciare all’espansione, secondo il magazine asiatico Nikkei, sarebbe stata presa dopo le recenti stime di Wall Street riguardo all'indebolimento della domanda di vetture elettriche del costruttore californiano. Anche Goldman Sachs, in un rapporto del 4 aprile, ha ribadito che le aspettative sui volumi per i prodotti dell'azienda nel 2019 sono troppo alte con una domanda dei consumatori probabilmente inferiore.

Aspettando la Model Y

Un portavoce di Tesla ha precisato che lo stop è temporaneo e non sono esclusi futuri investimenti nello stabilimento. Questo anche in vista dei programmi di espansione della casa automobilistica dove è previsto  il lancio di un piccolo suv, la Model Y, che utilizzerà le stesse batterie della Model 3.

Tag

Auto elettriche  · Gigafactory  · Panasonic  · Tesla  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

Il costruttore californiano ha messo a punto nella Gigafactory 1 un programma per recuperare metalli e materiali dagli accumulatori delle sue elettriche giunti a fine vita

· di Paolo Borgognone

E' arrivato il momento dell'inaugurazione (parziale) della gigantesca fabbrica di batterie costruita dalla Casa di Elon Musk nel deserto del Nevada