Ultimo aggiornamento  24 agosto 2019 23:59

Volkswagen, grandi manovre in Cina.

Paolo Borgognone ·

Il gruppo Volkswagen ha incaricato la banca d'affari di New York Goldman Sachs di studiare la fattibilità dell'acquisto di una consistente quota azionaria della Jac Motors, partner dei tedeschi in Cina per la produzione di veicoli elettrici e a sua volta di proprietà pubblica, scrive la Reuters. Jac, dal canto suo, smentisce di colloqui in corso.

Il costruttore di Wolfsburg è già il primo europeo nel Paese asiatico dove è sbarcato nell'ottobre del 1984, grazie al sostegno dell'allora Cancelliere tedesco Helmut Kohl, che da quel momento ha permesso alla Germania di aver un rapporto privilegiato con la Cina.

Alla conquista di Pechino

La mossa di Volkswagen fa seguito alla recente apertura del governo di Pechino che, con una repentina inversione di rotta, ha deciso di eliminare gradualmente entro il 2022 il limite del 50% sul controllo che le case automobilistiche straniere possono avere nelle joint venture con società locali.

Già nell'ottobre 2018 Bmw - con un investimento da 3,6 miliardi di euro - ha approfittato dell'apertura per portare al 75% la propria quota in MW Brilliance, la joint venture dei bavaresi in Cina, diventando di fatto la prima Casa straniera e detenere il controllo di una società nel Paese asiatico. Anche Daimler sta lavorando a un accordo simile con il proprio partner locale Baic Motors.

Tutto sull'elettrico

La joint venture con Jac - la terza in Cina per Volkswagen, che ha venduto lo scorso anno 4,2 milioni di auto tra il Paese asiatico e Hong Kong, dopo quelle con Faw Group e Saic Motors  - è stata formata nel 2017 ed è nata con il compito specifico di sviluppare auto a batteria - da realizzare anche attraverso l'utilizzo della piattaforma Meb - destinate soprattutto al mercato cinese, dove il gruppo tedesco prevede di produrre oltre 40 modelli ad hoc. Un piano globale di elettrificazione per il quale il costruttore ha stanziato oltre 90 miliardi di dollari entro il 2030, centrato molto sulla Cina che è già oggi il primo mercato mondiale per veicoli a batteria. 

Oltre all'accordo con Volkswagen, Jac sarebbe in trattative anche con la SK Innovation Co, colosso coreano della produzione di batterie.

Nel 2018 in Cina sono state vendute 1 milione e 256mila auto elettrificate, con una crescita rispetto al 2017 del 69%, grazie anche ai sussidi governativi in vigore almeno fino al 2020.

Tag

Cina  · Jac Motors  · Volkswagen  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La Casa tedesca svela al Salone di Shanghai (16/25 aprile) il suv elettrico a 7 posti già anticipato da alcune foto nelle scorse settimane. Arriverà sulle strade nel 2021

· di Edoardo Nastri

Primo mercato al mondo per le auto a batteria, secondo una ricerca molte non andrebbero a privati ma rimarrebbero nelle flotte degli stessi costruttori