Ultimo aggiornamento  26 maggio 2019 21:26

Rallye Sanremo: una gara da leggenda.

Chiara Iacobini ·

Torna questo fine settimana quella che per anni è stata considerata la gara simbolo del Campionato del Mondo Rally: il “Sanremo”, una grande storia iniziata nel 1928. La classica prova organizzata dall’AC Ponente ligure propone un programma estremamente ricco. Oltre al "66° Rallye Sanremo", valido per il tricolore rally, la "33° Coppa dei Fiori" di regolarità, il tradizionale "11° Sanremo Leggenda", e il secondo atto stagionale del Campionato Italiano Autostoriche.

Ad arricchire ulteriormente la manifestazione sportiva - che conta oltre duecento iscritti -  quest’anno sarà il “Lancia Stratos Meeting”, una straordinaria occasione per gli iscritti di percorrere le mitiche tappe del Rally della Città dei Fiori.

Tutti i migliori

Dopo il combattutissimo week end del Ciocco il Rallye di Sanremo vede presenti tutti gli interpreti del Campionato italiano. In prima linea Basso-Granai, vincitori in Toscana con la Skoda Fabia R5, al cui inseguimento sono gli altri principali equipaggi: Campedelli-Canton, Ford Fiesta R5 e Rossetti-Mori, Citroen C3 R5. Ma saranno in tanti a dare spettacolo: primi fra tutti l’irlandese Craig Breen e Stefano Albertini, entrambi su Skoda Fabia R5 e poi Andrea Crugnola, Rudy Michelini, Antonio Rusce, Kevin Gilardoni, Marcello Razzini e Alessio Profeta in una sfilata di R5 impegnate sulle difficili e tecniche strade del Sanremo per il titolo tricolore Asfalto.

Tra gli outsider spicca il nome di Enrico Brazzoli, vincitore del WRC3 nella passata stagione e in gara con la 124 Abarth. Il “Sanremo” promette di essere ancora una volta come un esame difficile da superare. Soprattutto per i più giovani, quelli del CIR junior, per esempio che saranno al via stagionale: sette equipaggi pronti a darsi battaglia sulle Ford Fiesta R2 con i colori ACI Team Italia, e il supporto Motorsport Italia e Pirelli.

L'edizione 2019 della corsa sanremese  si prospetta particolarmente accesa con le altre titolazioni: Costruttori, 2 Ruote Motrici e tricolore R1. In corsa anche i trofei monomarca Suzuki, Renault e Peugeot.

Il programma

Due le giornate di gara, venerdì 12 e sabato 13 aprile. Dieci prove speciali - quattro previste per venerdì, sei il sabato - tutte su asfalto per 152 chilometri e 200 metri che diventano oltre 486 di percorso totale (124 e 260 il venerdì,  362 e 410 il sabato).

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Daniele Debonis

Luigi Battistolli e Fabrizia Pons conquistano il trofeo tra le colline liguri a bordo della Lancia integrale. Secondo Lucio Da Zanche, terzo posto per Davide Negri

· di Chiara Iacobini

Craig Breen e Paul Nagle vincono la 66esima edizione della classica ligure. Podio per Campedelli-Canton, Ford Fiesta R5 e i leader in classifica Basso-Granai, Skoda Fabia

· di Chiara Iacobini

Il pilota veneto su Skoda Fabia R5 si aggiudica la gara di apertura del tricolore Rally. Secondo e terzo posto per Campedelli (Ford Fiesta R5) e Rossetti (Citroen C3 R5)