Ultimo aggiornamento  18 giugno 2019 18:39

Autonome, lidar low cost.

Francesco Giannini ·

I ricercatori del team Kth (Kugliga Tekniska Hogskolan), il Reale Istituto di Tecnologia di Stoccolma, hanno messo a punto una nuova generazione di lidar, il sistema che - utilizzando lo spettro ultravioletto - permette alle auto robot di valutare la distanza degli ostacoli. Anche se questi sono in movimento. I ricercatori scandinavi sostengono che il loro dispositivo - rispetto alle varianti già sul mercato - è molto più economico, semplice da realizzare, leggero ed efficiente.

Una grande differenza

L'elevato costo di questa tecnologia e il peso che il macchinario aggiunge alla vettura rappresentano, a oggi, alcuni dei limiti allo sviluppo della mobilità driverless. Attualmente, un “normale” lidar grava per migliaia di dollari sui costruttori, è pesante più di un chilo e ha bisogno di diversi watt di potenza per funzionare. Questa nuova generazione dovrebbe costare alle Case solamente 10 dollari -  grazie soprattutto ai grandi volumi di produzione - pesare pochi grammi e consumare circa 100 milliwatt di energia.

Con la nuova applicazione - dicono da Stoccolma - l'utilizzo di moderni sistemi lidar potrebbe risultare conveniente anche su vetture di piccole dimensioni. Un passo avanti verso la guida automoma per tutti. Se tutto sarà confermato su strada, naturalmente.

Tag

Kth  · Lidar  · Stoccolma  · 

Ti potrebbe interessare

· di Samuele Maria Tremigliozzi

La start up Usa testa nuovi sensori laser in grado di coprire una distanza cinque volte maggiore rispetto agli attuali. Raccolti fondi per 40 milioni di dollari