Ultimo aggiornamento  20 novembre 2019 20:28

Ecobonus: più di 5 milioni di euro in 48 ore.

Marina Fanara ·

A partire dalle ore 12 di lunedì 8 aprile, è stata attivata la piattaforma on line per la richiesta degli incentivi per l'acquisto di auto a basse o nulle emissioni. A meno di 48 ore di distanza il valore delle domande inoltrate dai concessionari sul sito del ministero dello Sviluppo economico (Mise) ha già superato i 5 milioni di euro.

Incentivi dallo scorso 1° marzo

Ricordiamo che solo i concessionari che si sono registrati al sito a partire dallo scorso 1° marzo (data in cui è entrato in vigore il provvedimento stabilito dalla Legge di Bilancio 2019) potranno inserire l'ordine e prenotare l'incentivo che, ribadisce il governo, è valido per gli acquisti di auto e moto a ridotte emissioni di CO2 effettuati, appunto, dallo scorso 1° marzo

Il Mise precisa che dal momento della prenotazione, i rivenditori avranno fino a 180 giorni di tempo per la consegna del veicolo mentre "per assicurare procedure di prenotazione corrette e trasparenti è stato attivato un contatore di risorse per mostrare in tempo reale i fondi ancora disponibili".

20 milioni di euro per iniziare

Risorse che, in questa prima fase (valida per 120 giorni) "anche per valutare l’andamento dell’incentivo", si legge nella nota ministeriale, ammontano a 20 milioni di euro. Si tratta di un terzo dei 60 milioni stanziati per quest'anno per l'acquisto, con o senza rottamazione, di auto nuove (classificate M1), anche in leasing, con emissioni di CO2 inferiori a 70 grammi a chilometro e prezzo di listino, Iva esclusa, non superiore ai 50mila euro.

Risorse e contributi

In dettaglio, sono previsti 6mila euro di sconto (4mila senza rottamazione) per un'automobile sotto ai 20 grammi/chilometro di CO2 (elettrica o idrogeno per intenderci) e 2.500 euro (si scende a 1.500 se non c'è radiazione) per un modello che emette da 20 a 70 grammi/chilometro di anidride carbonica.

I restanti 40 milioni di euro previsti per quest'anno saranno disponibili "con successive aperture dello sportello, che avverranno tramite specifici avvisi del ministero Sviluppo economico". Ricordiamo che le risorse stanziate per il 2020 e 2021 ammontano a 70 milioni di euro per ciascuna annualità, sempre relativamente all'acquisto di automobili ecologiche.

Due ruote: obbligo rottamazione 

Per quanto riguarda scooter e moto (rispettivamente categoria L1 ed L3), il governo ha stanziato 10 milioni di euro per il 2019 (per il prossimo biennio i fondi sono condizionati alla disponibilità di risorse e quindi non sono stati specificati). In questa caso gli incentivi sono concessi esclusivamente per moto o motorini ibridi o elettrici, di nuova immatricolazione e potenza uguale o inferiore a 11 chilowatt. E'obbligatoria la contestuale rottamazione di una vecchia due ruote di proprietà Euro 0, 1 o 2.

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

I primi dati sulle immatricolazioni di auto a batteria a 3 mesi dall'erogazione degli incentivi: +224,3%. Al via la seconda tranche di aiuti: 40 milioni di euro da usare entro...

· di Marina Fanara

Ad aprile, primo mese di concreta entrata in vigore della norma, già spesi due terzi dei 20 milioni di incentivi disponibili solo per l'avvio: +356% auto elettriche

· di Marina Fanara

A breve in Gazzetta ufficiale: il provvedimento dà concreta attuazione agli incentivi fino a 6mila euro per l'acquisto, dal 1° marzo scorso, di un'auto ecologica