Ultimo aggiornamento  22 settembre 2019 14:40

Genova, in funzione 100 colonnine.

Marina Fanara ·

Missione compiuta: a Genova sono state installate tutte le 100 colonnine di ricarica previste da un protocollo d'intesa siglato a metà dello scorso anno tra il Comune ed Enel X, l'azienda del gruppo Enel che si occupa di prodotti innovativi e soluzioni digitali.

Città proiettata nel futuro

"Stiamo procedendo spediti nella giusta direzione", sottolinea il sindaco Marco Bucci, "ovvero diventare una città sostenibile da tutti i punti di vista: economico, occupazionale e, ovviamente, ambientale. Perché noi dobbiamo saper rispondere alle esigenze dei cittadini, non solo quelli di oggi ma anche quelli che verranno tra 5, 10 e anche 20 anni".

Le nuove infrastrutture elettriche, ognuna dotata di due prese per un totale quindi di 200 punti di ricarica, sono state uniformemente distribuite tra Centro, Levante e Ponente. "La nostra strategia è quella di una città meno inquinata e al passo dei tempi", aggiunge il sindaco, "l'installazione delle colonnine è un incentivo per spingere i genovesi a scegliere auto e moto a zero impatto ambientale, a vantaggio dell'intera comunità in termini di migliore qualità dell'aria e abbattimento del rumore".

Enel X: una sede per Genova

"Sono molto soddisfatto del risultato raggiunto", dice Franco Venturini, amministratore delegato di Enel X, "Genova è la prima città dove abbiamo completato il piano di installazione grazie alla collaborazione con l'Amministrazione e si conferma città pilota per le attività e i progetti più innovativi di Enel X tanto che, dopo Roma e Milano, apriamo anche qui una nostra sede (via Giusti, zona Carmine, in pieno centro, ndr)". 

Incentivi allo studio

Dalle infrastrutture ai veicoli a batteria. "Anche a Genova sono ancora troppo pochi quelli in circolazione", dichiara il sindaco, "per questo stiamo pensando a un pacchetto di contributi che agevolino i cittadini all'acquisto almeno di scooter e bici elettriche. Pensiamo di replicare e migliorare l'esperienza dello scorso anno quando i fondi messi a disposizione per le due ruote a pedalata assistita sono letteralmente andati a ruba, in pochissimo tempo (erano stati stanziati circa 250mila euro, ndr)".

Congestion charge alla genovese?

"Quest'anno contiamo di poter disporre di maggiori risorse da spendere su questo capitolo, ma serve anche un cambio culturale, di mentalità", conclude Bucci, "un cambiamento che ovviamente dovrà avvenire in maniera graduale, anche perché siamo tutti provati dalla tragedia del ponte Morandi. Stiamo anche valutando di fare come Milano e Londra che hanno imposto restrizioni al transito dei veicoli più inquinanti. Da parte nostra ci impegneremo a rinnovare completamente il parco dei mezzi pubblici in modo da arrivare al 2025 con una flotta di bus esclusivamente ad alimentazione alternativa".

Tag

Colonnine elettriche  · Enel X  · Genova  · Incentivi  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Dopo Milano e Torino, lo scooter sharing elettrico e a flusso libero debutta nel capoluogo ligure. Copre tutto il centro e i punti a maggior interesse. Costi da 26 centesimi al...

· di Marina Fanara

10 Nissan Leaf elettriche nella flotta di auto condivise di GirACI. Il servizio è già attivo nei parcheggi con le colonnine di ricarica Enel X

· di Marina Fanara

Nel 2018 le immatricolazioni di auto a batteria sono aumentate del 50%. Genova traina il trend e si pone tra le prime province per numero di veicoli meno inquinanti

· di Marina Fanara

Appuntamento con Bike to school: nel capoluogo ligure una mega sfilata a piedi o su due ruote per chiedere misure urgenti per la mobilità ciclabile e sostenibile

· di Marina Fanara

Accordo tra Comune ed Eco-Consegne per l'installazione di colonnine di ricarica e un hub per la distribuzione delle merci con veicoli a batteria nella ztl Municipio 1