Ultimo aggiornamento  19 novembre 2019 21:38

Arval: un negozio dove non si compra.

Edoardo Nastri ·

TORINO - Nel 2018 in Italia l’incremento dei contratti di noleggio a lungo termine di vetture stipulato da clienti privati è stato del 12%. Inizialmente il servizio era riservato solo alle aziende, ma da qualche tempo a questa parte sono sempre di più i privati che scelgono questa formula.

Il primo negozio 

L’avvicinamento dei consumatori a questa tipologia contrattuale è stata la motivazione che ha portato Arval, società di proprietà del gruppo bancario francese Bnp Paribas e leader del noleggio a lungo termine in Italia, ad aprire a Torino il primo negozio dove l'auto non si compra ma si affitta.

“Il cliente potrà venire qui e parlare con esperti che gli indicheranno la soluzione migliore per le sue esigenze. Potrà inoltre scegliere una vettura già presente nello store – in questo caso la consegna verrà fatta in 48 ore – oppure configurarne una da zero”, racconta Grégoire Chové, direttore generale di Arval Italia. “Come accade per tutte le formule nuove c’è bisogno di prendere confidenza. Molti clienti al momento utilizzano i canali online per guardare le nostre offerte, un luogo fisico come questo negozio li aiuterà a chiarirsi le idee”.

Tutte le alimentazioni disponibili

L’offerta attuale di Arval in Italia comprende più di 50 modelli di marchi diversi con tutte le tipologie di alimentazione: benzina, diesel, gpl, ibrida o 100% elettrica. “Siamo sul mercato italiano dal 1995 e oggi circolano più di 200mila nostre vetture. Il gruppo è attivo in 29 paesi nel mondo con una flotta a noleggio che supera gli 1,2 milioni di veicoli”.

Secondo le previsioni di Chové i numeri cresceranno nei prossimi anni grazie all’apporto dei nuovi clienti privati stimolati anche da iniziative come quella del nuovo punto vendita di Torino. “Non vogliamo che questa realtà rimanga isolata, anzi: l’obiettivo è quello di aprirne altri per espanderci sul territorio nazionale”.   

Dalla proprietà al possesso

Il noleggio a lungo termine sposta il focus dalla proprietà al possesso: si paga un canone di locazione che include assicurazione, bollo, manutenzione ordinaria e straordinaria e ci si mette alla guida della vettura per un determinato tempo (in media 48 mesi). Passato il periodo concordato l’utente decide se acquistare l’auto, restituirla oppure prenderne un’altra stipulando un nuovo contratto. Secondo una ricerca fatta dalle associazioni di categoria, il cliente che sceglie il noleggio a lungo termine è affascinato dalla formula del “tutto incluso”: paga un canone fisso e non si preoccupa di altro. 

Tag

Arval  · Business  · Noleggio  · 

Ti potrebbe interessare

· di Monica Secondino

Tagliare i costi della mobilità aziendale condividendo l'auto tra di dipendenti anche per il tempo libero. E' la proposta dell'azienda di noleggio del gruppo Bpn Paribas

· di Andrea Cauli

Nasce una nuova soluzione per le auto a nolo. Due le offerte: ‘Free’ e ‘Easy’ , si potrà scegliere tra 8 categorie di veicoli, full optional e immediatamente disponibili