Ultimo aggiornamento  24 settembre 2019 11:28

Fca e Psa: 3 milioni di suv.

Edoardo Nastri ·

Si rincorrono in queste ore le voci su un possibile accordo tra i francesi di Psa e gli italo-americani di Fca. Secondo quanto riportato dall’agenzia Bloomberg sarebbero in corso trattative per la realizzazione di una piattaforma elettrificata da utilizzare per veicoli dedicati all’Europa. Il costruttore francese, al contrario per esempio di quanto accade per il gruppo Volkswagen, ha scelto di costruire architetture che possano ospitare sia una propulsione 100% elettrica sia tradizionale

Se fosse vero, Tavares e Manley, rispettivamente ceo di Psa e Fca, riuscirebbero ad affrontare con maggiore tranquillità gli ingenti investimenti necessari per un futuro che oggi significa soprattutto elettrificazione e guida autonoma.

Quarto gruppo al mondo

Se si dovesse raggiungere un accordo di partnership o fusione, la nuova alleanza cambierebbe di molto il panorama del mercato globale, attestando il gruppo Fca-Psa al quarto posto per vendite. Secondo i dati del 2018, l’alleanza italo-francese sarebbe in grado di vendere circa 9 milioni di veicoli all’anno, posizionandosi al quarto posto tra Renault-Nissan-Mitsubishi (10milioni e 347 mila) e General Motors (8milioni 643mila).

Secondo i dati riportati da Jato Dynamics dei 9 milioni prospettati, stando alla gamma attuale dei due produttori, più di 3 milioni sarebbero vetture con architettura suv. Altri 2,3 milioni occuperebbero i segmenti B e veicoli commerciali leggeri. Molto bassa, almeno per ora, l’incidenza di una possibile alleanza nella parte medio alta della gamma, quella che fa più utili (D,E ed F). Nella immagine sopra la distribuzione per migliaia di unità secondo la ricostruzione di Jato Dynamics.

Pro e Contro

Fca porterebbe il suo eventuale contributo allo sviluppo congiunto di pickup e sportive (vedi 124 Spider). L’apporto di Psa sarebbe invece determinante per un nuovo modello di segmento B, in sostituzione dell’attuale Punto, basato sulla stessa piattaforma della nuova Peugeot 208 e della futura Opel Corsa, offerte - lo ricordiamo - anche 100% elettriche.

Fca potrebbe certamente favorire la penetrazione del marchio Psa nel mercato americano: il 46% delle vendite del gruppo di Torino sono infatti proprio in Usa, mentre dei francesi negli Stati Uniti al momento non c’è traccia e non ce ne sarà almeno fino al 2026. Resterebbe però irrisolta la scarsa penetrazione di entrambe sul mercato cinese, primo per volumi al mondo. E qui difficilmente l'unione di due debolezze potrebbe portare un vero valore aggiunto.

Tag

Business  · FCA  · PSA  · 

Ti potrebbe interessare

· di Giovanni Barbero

Secondo quanto riportato da Bloomberg, i due gruppi starebbero valutando una partnership per lo sviluppo di una piattaforma elettrificata dedicata alle vetture per l'Europa