Ultimo aggiornamento  20 novembre 2019 21:40

Smart, joint venture tra Daimler e Geely.

Paolo Borgognone ·

Il gruppo tedesco Daimler e quello cinese Geely annunciano la creazione di una joint venture paritaria al 50% destinata allo sviluppo globale del marchio Smart. Un nuovo modello della city car - totalmente elettrico - verrà prodotto a partire dal 2022 in una fabbrica appositamente costruita in Cina. 

La notizia, già filtrata nei giorni scorsi, ha trovato conferma in un comunicato congiunto delle due società. Il nuovo soggetto avrà un consiglio di amministrazione formato da sei membri: tre di provenienza Daimler e tre di Geely. Tra questi figura anche il presidente del gruppo cinese Li Shufu

Un'altra compatta Mercedes

Nel corso della cerimonia per la firma dell'accordo il ceo di Daimler Dieter Zetsche - che verrà sostituito a maggio da Ola Kallenius - ha detto: "Per oltre 2,2 milioni di consumatori, Smart rappresenta la mobilità urbana. La nuova generazione delle nostre city car elettriche sarà disegnata e realizzata insieme con Geely sia per il mercato cinese che per quello globale". 

Il manager ha confermato poi che Mercedes produrrà un proprio veicolo elettrico compatto che verrà costruito nell'impianto di Hambach dove i livelli occupazionali saranno assicurati da nuovi investimenti. 

Li Shufu, presidente di Geely, ha invece detto: "Rispettiamo la storia del marchio Smart e siamo eccitati all'idea di questa nuova sfida attraverso la quale amplieremo l'offerta di mobilità a batteria per i nostri clienti. Siamo determinati a mettere in campo tutte le nostre conoscenze e capacità per sviluppare ancora di più il prodotto".  

Tag

Daimler  · Geely Auto Group  · Smart  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Baic ha acquistato il 5% del gruppo tedesco che ora, con il 9,69% di Geely, è per il 14,69% (quasi 9 miliardi di euro) della Repubblica popolare. Obiettivi batterie e auto...

· di Edoardo Nastri

Il costruttore tedesco, che realizzerà solo vetture elettriche dal 2020, dice addio al motore termico con una serie limitata della Fortwo chiamata Final Collector's Edition

· di Edoardo Nastri

Secondo fonti citate da Reuters il costruttore cinese starebbe pensando all'acquisizione di azioni del gruppo tedesco per un valore di 3 miliardi di euro

· di Edoardo Nastri

Il marchio di citycar lascia i mercati statunitense e canadesi, dove vende soltanto elettriche. Colpa soprattutto del calo delle immatricolazioni, -58% solo nel 2018

· di Carlo Cimini

I costruttori Honda e Hino si uniscono alla joint venture formata tra SoftBank e Toyota per accelerare lo sviluppo della tecnologia driverless

· di Luca Gaietta

Perché la joint venture tra il gruppo cinese e Daimler rilancia il marchio europeo di citycar garantendo un futuro che sembrava a rischio

· di Edoardo Nastri

Nuove indiscrezioni sulla vicenda: secondo il Financial Times i tedeschi sarebbero intenzionati a vendere il 50% del marchio ai cinesi, già proprietari di Volvo e Lotus