Ultimo aggiornamento  21 aprile 2019 20:19

Jaguar Land Rover, colonnine ultraveloci.

Paolo Odinzov ·

Jaguar Land Rover prosegue la strada verso l’elettrificazione. Il gruppo inglese, di proprietà dell’indiana Tata, ha stretto un accordo con NewMotion, società del gruppo Shell, per realizzare presso il proprio centro ingegneristico di Gaydon, nel Regno Unito, 166 colonnine che possano fornire una ricarica rapida alle vetture ibride plug-in ed elettriche a zero emissioni.

Per le aziende e i privati

Secondo il costruttore oggi il 40% dei possessori di vetture a batteria ricarica quest’ultime presso il luogo di lavoro. L’intenzione, anche in vista del fatto che dal 2020 ogni nuovo veicolo a marchio Jaguar e Land Rover sarà elettrificato, è migliorare l’esperienza di ricarica per i propri dipendenti sfruttando delle colonnine intelligenti da 7 kilowatt.

Un'app per monitorare i tempi di ricarica

Collegate a uno specifico cloud per la gestione, le colonnine JLR permettano di abbassare drasticamente i tempi per fare il pieno di elettroni alle auto. Integrate con la rete pubblica di NewMotion e destinate ad essere progressivamente diffuse anche nel resto del Paese e quindi d'Europa, potranno essere utilizzate in tutti i paesi sfruttando un'unica carta. Quando saranno diffuse sul territorio un’app su smartphone consentirà di localizzale e di monitorarne il funzionamento via remoto.

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

Il gruppo inglese ha messo a punto un sistema di climatizzazione che neutralizza germi e batteri all'interno delle vetture, eliminado anche i cattivi odori

· di Edoardo Nastri

La prima elettrica della storia del marchio inglese si aggiudica il premio Car of the Year dopo un serrato testa a testa con la Alpine A110

· di Colin Frisell

Il marchio di proprietà Tata chiuderà gli impianti inglesi per due settimane (anziché una) ad aprile per fronteggiare i disagi dovuti all'uscita del Paese dall'Unione europea