Ultimo aggiornamento  26 giugno 2019 11:44

Projekt Grenadier, i motori saranno Bmw.

Luca Gaietta ·

L'imprenditore inglese Jim Ratcliffe è sempre più determinato a far tornare in vita la Land Rover Defender nella versione 4X4 “dura e pura”, uscita di produzione nel 2016 per far posto alla nuova generazione del modello che la Casa di Gaydon presenterà entro fine anno.

Propulsori made in Germany

Dopo aver creato la divisone automotive della sua compagnia Ineos Chemicals e avviato il Projekt Grenadier per realizzare la vettura, Ratcliffe ha confermato che quest’ultima impiegherà motori benzina e diesel di origine Bmw.

25mila unità l'anno

La replica del Defender verrà presentata nel 2020 e arriverà nelle concessionarie entro il 2021. Al momento sono state progettate diverse versioni di carrozzeria della vettura che avrà una produzione di circa 25mila unità all'anno. A breve i vertici di Ineos Automotive annunceranno dove avverrà la produzione. Il desiderio è che l'auto venga realizzata in Gran Bretagna, cosa che potrebbe avvenire sfruttando magari l’accordo con altri costruttori e un impianto esistente come quello Ford di Bridgend. Per adesso non vi sono comunque notizie ufficiali a riguardo.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

Il miliardario britannico Jim Ratcliffe, amministratore della petrolifera Ineos, vuole produrre un mezzo "copiato" dal celebre fuoristrada della Land Rover