Ultimo aggiornamento  19 settembre 2019 12:18

Auto elettriche, giù le emissioni.

Paolo Odinzov ·

Le auto elettriche oggi emettono il 40% in meno di sostanze inquinanti rispetto ai veicoli a combustione. A dirlo è uno studio di Bloomberg New Energy Finance che ha messo anche in evidenza come il valore sia destinato a calare nei prossimi anni grazie all’impiego di fonti rinnovabili nella produzione energetica.

Meno CO2 e sostanze inquinanti

Stando a quanto riportato dalla ricerca, la quota globale di elettricità generata a zero emissioni crescerà infatti dal 38% del 2018 al 63% del 2040. Ciò porterà anche ad una diminuzione fino al 10% annuo della CO2 prodotta dall'impiego dei veicoli a batteria, contro meno del 2% annuo di calo a carico delle auto a benzina e diesel più evolute dal punto di vista tecnologico.

I Paesi più avvantaggiati dall'elettrico

Guardando a livello mondiale, i Paesi dove la mobilità elettrica contribuirà maggiormente a ridurre inquinamento e CO2 entro i prossimi 20 anni saranno Gran Bretagna, Francia e Germania. Mentre Stati Uniti, Giappone e Cina sconteranno il fatto di avere ancora attivi nella produzione di energia numerosi siti a carbone. Per fare un esempio le fonti rinnovabili porteranno nel Regno Unito ad un abbattimento delle emissioni medie di CO2 del 90% e di quasi un terzo in Giappone.

La situazione in Europa

La ricerca di Bloomberg New Energy Finance fa seguito a un altro studio svolto lo scorso anno dalla European Environment Agency secondo il quale un veicolo elettrico in base all’attuale mix energetico dell’Unione Europea e al suo intero ciclo di vita, produrrebbe emissioni inquinanti tra il 17 ed il 30% in meno rispetto a uno spinto da motorizzazioni termiche.

Anche l’Europa sta infatti preparandosi da tempo alla grande svolta nella mobilità che, secondo un report di Allied market research, porterà nei prossimi sette anni ad oltre 567 miliardi di dollari il valore mondiale dell’industria dei veicoli elettrici.

I costruttori tedeschi

In prima linea sul fronte della elettrificazione nel Vecchio continente sono le case tedesche che tra il 2019 ed il 2021 produrranno circa 100 nuovi modelli a batteria.

Al Salone di Ginevra, Bernhardt Mattes, presidente della Verband Der Automobilindustrie, ha dichiarato che entro il 2022 la Germania investirà 40 miliardi di euro nell’elettrico, oltre a spendere 18 miliardi di dollari per spingere nel settore auto digitalizzazione, connettività e guida autonoma.

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Secondo MobilitAria 2019, nelle metropoli italiane nonostante il calo lo smog è ancora oltre i limiti, Torino la peggiore. Crescono gli spostamenti a piedi e in bici, ma l'auto...

· di Valerio Antonini

L'associazione dell'industria automotive tedesca conferma: pronti 40 miliardi di euro in tre anni per l'elettrificazione. Altri 18 per autonome e connesse