Ultimo aggiornamento  21 maggio 2019 04:54

SoftBank e Toyota: 1 miliardo per Uber?

Paolo Borgognone ·

Un gruppo di investitori guidati da SoftBank Group Corporation e Toyota è in trattative per investire almeno 1 miliardo di dollari nell'unità di auto-guida di Uber, un settore dell'azienda che avrebbe a oggi un valore oscillante tra i 5 e i 10 miliardi di dollari. La notizia è stata anticipata dalla Reuters

L'investimento fornirebbe un'iniezione di denaro per il programma di guida autonoma di Uber che sta costando centinaia di milioni di dollari alla startup senza generare – almeno per ora - entrate. 

Soldi per la Borsa

La nuova iniezione di denaro dovrebbe anche contribuire al valore complessivo di Uber – che sta preparandosi al debutto sul mercato azionario, probabilmente a settembre di quest'anno – e che potrebbe superare complessivamente i 100 miliardi di dollari.  

Uber e SoftBank non commentato le indiscrezioni. Un portavoce di Toyota si è limitato a dire che la Casa automobilistica "rivede e valuta costantemente varie opzioni di investimento" ma non ha nulla da annunciare.

Collaborazioni incrociate

La collaborazione tra Softbank e Toyota si è concretizzata già nell'ottobre scorso con la firma di un accordo per lo sviluppo di vetture driverless sulla piattaforma della e-Palette della Casa di Tokyo.

SoftBank è già partner anche di Uber, della quale ha rilevato circa il 15% delle azioni già alla fine del 2017. La finanziaria giapponese è in affari anche con Cruise, la divisione per l'autonoma di General Motors

Tag

Cruise  · SoftBank  · Toyota  · Uber  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La società californiana prepara lo sbarco alla ricerca di almeno 10 miliardi e di una quotazione di oltre 100. Ma ne ha persi 6,8 negli ultimi cinque anni

· di Paolo Borgognone

La divisione per la guida autonoma di General Motors conta di assumere altre 1.000 persone da destinare allo sviluppo e ricerca. Vetture in strada entro fine anno

· di Redazione

Usa, pesante rosso nel terzo trimestre della più grande società di trasporti privati. Ma continua a lavorare alla quotazione in borsa entro un anno