Ultimo aggiornamento  22 aprile 2019 00:35

Nissan testa la tecnologia I2V.

Giovanni Barbero ·

Nissan e NTT Docomo, l’operatore telefonico giaponese, hanno sperimentato su un veicolo in movimento la tecnologia I2V (Invisible to Visible) del costruttore automobilistico, utilizzando la rete 5G fornita da Docomo. Il sistema è stato presentato per la prima volta in occasione del Ces di Las Vegas ed è un dispositivo in grado di produrre la realtà aumentata coniugando il mondo fisico con quello virtuale. Questo si traduce in moltissime indicazioni in più per il guidatore.

I2V mette in relazione ciò che viene trasmesso e recepito dai sensori esterni ed interni del veicolo con i dati provenienti dal cloud. In questo modo guidatore e passeggeri posso vedere ciò che non vedrebbero utilizzando solo i loro occhi. Ad esempio se viene segnalato un pericolo dietro a una curva il sistema avverte il conducente.

Avatar come passeggeri

Il sistema I2V può anche proiettare immagini tridimensionali all’interno della vettura. E’ possibile infatti visualizzare persone sotto forma di avatar che secondo quanto dichiarato dalla Casa permetterebbero di avere assistenza o compagnia. Il veicolo utilizzato per le prove è il van Nissan NV350.

Tag

I2V  · Invisible to visible  · Nissan  · Ntt Docomo  · 

Ti potrebbe interessare

· di Francesco Giannini

Il costruttore giapponese annuncia un nuovo piano di sostenibilità. Per il 2022 previste un milione di elettrificate, taglio delle emissioni del 40% e sempre più sicurezza