Ultimo aggiornamento  21 maggio 2019 04:26

La corsa alle batterie dei coreani.

Edoardo Nastri ·

Alcune società sud coreane che fabbricano batterie per il settore automobilistico - LG Chem, Samsung SDI e SK Innovation - hanno deciso di intensificare la loro attività e gli investimenti per aumentare la capacità produttiva. Le aziende non hanno intenzione di farsi trovare impreparate data la previsione di crescita del mercato delle auto elettriche in Europa (e non solo) nei prossimi anni.

Secondo gli analisti, le risorse impiegate servirebbero anche per cercare di colmare la differenza con alcune aziende cinesi concorrenti, come la Catl (Contemporary Amperex Technology) che è la più importante al mondo, oggi le leader del settore. 

LG Chem

LG Chem ha annunciato pochi giorni fa il rilascio di obbligazioni societarie per un valore che supera gli 880 milioni di dollari. L'intenzione iniziale era quella di mettere in commercio obbligazioni per la metà del valore, ma dopo aver consultato gli analisti sulle potenzialità dell’operazione si è deciso di raddoppiare l'importo. La società coreana ha dichiarato che i fondi saranno utilizzati per espandere la sua capacità di produzione di batterie per auto in particolare per il mercato europeo e quello cinese.

I piani aziendali prevedono il passaggio da 35 a 100-110 Gigawattora entro il 2020. Il presidente della società Kim Jong-hyeon ha dichiarato inoltre di voler "espandere le capacità produttive dedicate all’Europa a 70 Gigawattora entro i prossimi due anni".

Samsung SDI

Lo scorso dicembre il consiglio d’amministrazione di Samsung SDI ha deliberato l’investimento di risorse pari a oltre 440 milioni di dollari dedicate alla fabbrica di batterie del gruppo a Goed, cittadina ungherese 30 chilometri a nord di Budapest.

Non solo Europa: Samung SDI ha inoltre impiegato fondi per espandere uno stabilimento in Michigan (60 milioni di dollari) e per costruire due nuovi impianti in Cina precisamente nella città di Xi’an con un investimento che supera gli 880 milioni di dollari.

SK Innovation

La SK Innovation è l’ultima arrivata, dato che è stata aperta nel 2011, ma sta già lavorando con diversi costruttori automobilistici di grande calibro come il gruppo Daimler e Hyundai-Kia. Gli investimenti si sono concretizzati nell’apertura di un impianto per costruzione di batterie per auto in Georgia (Usa) per 1,68 miliardi di dollari e di un altro stabilimento in Ungheria (838,9 milioni di dollari).  

Il futuro delle diverse aziende produttrici di batterie dipenderà da cosa accadrà nel mercato globale nei prossimi anni, Europa compresa. Al momento tutti i costruttori per diverse ragioni stanno guardando alla mobilità elettrificata. Nel dubbio è meglio non farsi trovare impreparati.

Tag

Auto elettriche  · Batterie  · LG Chem  · Samsung SDI  · SK Innovation  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

Il colosso cinese degli accumulatori registra nel 2018 una crescita del 48%, grazie alla diffusione delle auto elettriche. Accordo in vista con Tesla?

· di Samuele Maria Tremigliozzi

I due colossi cinesi hanno costituito una joint venture per la realizzazione di accumulatori per le auto elettriche. Si parte con un capitale di 130 milioni di euro