Ultimo aggiornamento  19 luglio 2019 10:32

Volkswagen: -7mila dipendenti entro il 2023.

Edoardo Nastri ·

Volkswagen ha annunciato un taglio tra 5 e 7 mila posti di lavoro entro il 2023. Il costruttore non licenzierà nessuno, ma si limiterà a non sostituire i dipendenti che andranno in pensione in quell’arco di tempo.

I lavoratori verranno sostituiti da una più diffusa automazione delle attività di routine: un rinnovamento che - nel complesso - costerà circa 4,6 miliardi di euro. Secondo quanto dichiarato dal costruttore l’obiettivo è quello di mitigare l’aumento dei costi derivati anche dalle “normative più severe” in materia di emissioni di CO2 e di gas nocivi.  

Il 2019 sarà un anno chiave per il processo di trasformazione di Volkswagen. Sul piatto ci sono investimenti dedicati al futuro dell’auto per temi come elettrificazione, guida autonoma e intelligenza artificiale per un totale di 19 miliardi di euro entro il 2023. Una cifra superiore di 8 miliardi rispetto a quella inizialmente prevista.

2mila nuove posizioni

Allo stesso tempo la trasformazione digitale comporterà la creazione di circa 2mila nuovi posti di lavoro nel settore dello sviluppo tecnologico e della programmazione dei software. L’elettrificazione porterà il marchio nei prossimi dieci anni a produrre, secondo le stime annunciate dal ceo Herbert Diess, oltre 10milioni di veicoli a emissioni zero, utilizzando la piattaforma dedicata MEB. Il primo sarà l’ID. Neo che arriverà all'inizio del prossimo anno.

Tag

Business  · elettrificazione  · Gruppo Volkswagen  · Volkswagen  · 

Ti potrebbe interessare

· di Alessandro Marchetti Tricamo

Il ceo Herbert Diess alza l'asticella dell'elettrificazione del gruppo tedesco:più modelli, più volumi e un investimento di 30 miliardi di euro entro il 2023

· di Alessandro Marchetti Tricamo

Durante la tradizionale conferenza di bilancio i tedeschi hanno presentato i risultati finanziari dell'ultimo anno. Eccoli nel dettaglio