Ultimo aggiornamento  21 agosto 2019 06:52

DS 3 Crossback, piccoli suv crescono.

Francesco Paternò ·

MONTECARLO – DS 3 Crossback è il secondo prodotto - seguendo il più grande DS 7 Crossback - del marchio premium francese nato dopo la separazione definitiva da Citroën nel 2015. Una sfida globale al dominio tedesco, motivato essenzialmente da due numeri: se il segmento - spiegano - vale a livello mondiale l’11%, i suoi margini valgono il 34%. I francesi ci provano con prodotti che facciano del loro “savoir faire” e dello “chic” un argomento di vendita.

Le rivali

DS 3 Crossback è un b-suv con i suoi 4,12 metri di lunghezza, segmento cresciuto del 20% in Europa nel 2018, in vendita da maggio con motori benzina e diesel, entro l’anno in Italia anche elettrico (versione già commercializzata in Francia, Svizzera e Norvegia). Prezzi a partire dai 26.200 euro. Il marchio francese ha ambizioni di grandeur, confrontandosi nel segmento con le concorrenti tedesche Audi Q2 e Mini Countryman, icone dei suv piccoli di quella alta fascia di prezzo ed entrambi disponibili anche con trazione integrale. Atout che manca alla rivale francese, “non riteniamo che sia indispensabile per il segmento”, ci risponde Vincent Devos, responsabile del progetto.

I motori

DS 3 Crossback si caratterizza per l'ampia personalizzazione, a cominciare dai motori. Oltre all’elettrico, alimentato da una batteria da 50 chilowattora che permette una autonomia di 320 chilometri ciclo Wltp, ha un motore 1.2 turbobenzina tre cilindri da tre potenze: 100, 130 e 155 cavalli. Abbiamo guidato la versione intermedia con cambio automatico a 8 rapporti, che risponde con prontezza alle sollecitazioni grazie anche al nuovo pianale su cui è costruita, denominato CMP, più leggero di 30 chili in media rispetto a uno concorrente secondo i dirigenti DS. In listino c’è poi un 1.5 turbodiesel quattro cilindri da 100 o 130 cavalli. Interessante che sia la versione elettrica che quella termica abbiano stesso pianale, stessi componenti, stessa capacità di carico del bagagliaio (dai 350 ai 1.050 litri) e stesso spazio nell’abitacolo. Nonostante la presenza delle batterie della prima, sistemate nel pianale sotto i sedili anteriori e posteriori.

La tecnologia

DS3 Crossback dispone di diversi sistemi di assistenza alla guida compresi nel Drive Assist, dal cruise control adattivo al riconoscimento pedoni e biciclette notturno con frenata automatica ad altro ancora. Una marcia in più, nel suo segmento, è il sistema di illuminazione con fari a matrice di led, per migliorare la visibilità di chi guida e che adatta automaticamente il fascio di luce incrociando altri veicoli.

Il design

Il design del piccolo suv è piuttosto ricercato, aggressivo anteriormente, più originale nel posteriore: spigoli e tagli all’esterno, maniglie a scomparsa, plancia caratterizzata da un motivo a diamante per bocchette e quadro comandi – non sempre immediatamente comprensibili - cruscotto e schermo centrale digitali, lavorazioni delle pelle e materiali ricercati. Ma anche qualche plastica (dura) di troppo sulle tasche delle portiere o sul cassetto davanti al passeggero. Non chic. 

Tag

DS 3 Crossback  · DS X E-Tense  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marco Perugini

Doppio debutto per la Casa francese: arrivano DS3 elettrico e DS7 Crossback E-Tense per il via all'elettrificazione del brand. Prezzi da 39.500 e 51mila euro

· di Marco Perugini

L’Unione Italiana Giornalisti Automotive premia il suv francese come migliore vettura prodotta e commercializzata nel Vecchio Continente. Sul podio Ford Focus e Jeep Renegade

· di Luca Gaietta

La concept con cui la Casa francese immagina le auto nel 2035 è stata ripresa durante i primi test su strada lungo la pista di un aeroporto