Ultimo aggiornamento  16 giugno 2019 10:30

Volkswagen, tutti i numeri del 2018.

Alessandro Marchetti Tricamo ·

WOLFSBURG - Un anno di successo. Le parole sono di Herbert Diess, numero uno del gruppo Volkswagen. “Ora però dobbiamo raddoppiare gli sforzi per continuare nel processo di trasformazione che abbiamo iniziato”. 

In totale – ha annunciato Diess in apertura dell'annuale conferenza di bilancio a Wolfsburg - sono state vendute 10,8 milioni di veicoli (+0,9%) con un fatturato di 235,8 miliardi (+2,7%) e un profitto operativo di 17,1 miliardi (+0,4%). L’Europa è il primo mercato con 4,4 milioni di unità vendute (+1,2%), seguita dalla Cina con 4,2 milioni e una crescita dello 0,5%. Continua il calo in Nord America con meno di 1 milione di unità (-2%) mentre salgono le vendite in Sud America con 0,59 milioni e un +13,1%.

Le stime per il 2019

Le previsioni per il 2019 in corso, in termini di risultati finanziari, sono di un incremento del fatturato del 5% e un margine operativo tra il 6,5 e il 7,5%.

I numeri marchio per marchio

Per il marchio Volkswagen il fatturato è cresciuto del 6,8% e ha raggiunto 84,6 miliardi di euro, con un profitto operativo di 3,2 miliardi. Il margine è del 3,8%: era al 4,2% lo scorso anno, la discesa è legata in particolare alle difficoltà inerenti al passaggio al nuovo ciclo di omologazione WLTP. Le conseguenze dello scandalo sul diesel contribuiscono ancora negativamente ai conti con 1,9 miliardi

Per Audi (i numeri comprendono anche i risultati di Ducati e Lamborghini che nel gruppo sono ricondotti al marchio di Ingolstadt) il fatturato è invece di 59,2 miliardi (59,8 nel 2017), il profitto operativo chiude il 2018 a 4,7 miliardi (5,1 nel 2017) con un margine del 7,9%. Valori in discesa anche in questo caso legati al passaggio al ciclo WLTP. Le conseguenze del cosiddetto dieselgate pesano nel bilancio Audi per 1,2 miliardi

Skoda ha annunciato un fatturato che cresce del 4,4% a 17,3 miliardi ma scende il profitto operativo del 14,6% a 1,4 miliardi per gli effetti negativi del cambio, della transazione verso il nuovo ciclo di omologazione Wltp e gli alti costi relativi allo sviluppo di nuovi prodotti. In calo – ma sempre con un valore molto al di sopra della media del settore – anche il margine che dal 9,7% del 2017 arriva all’8% del 2018. 

Bene Seat: le vendite hanno prodotto 10,2 miliardi con una crescita del 3,1% rispetto all’anno precedente. Profitti operativi a 254 milioni che rappresentano un nuovo record per la Casa spagnola. Il margine è al 2,5%

Positivo anche il bilancio di Porsche: fatturato in crescita del 9,2% a 23,7 miliardi e profitto operativo a 4,1 miliardi (+2,7%) e margini al 17,4%

Meno bene Bentley con numeri in negativo su tutte le voci: calo del fatturato del 16% a 1,5 miliardi, profitto operativo negativo a -288 milioni. I motivi secondo il gruppo Volkswagen sarebbero riconducibili al ritardo nel lancio della nuova Continental GT e nella ristrutturazione del fondo pensione.

Tag

Audi  · Gruppo Volkswagen  · Seat  · wolfsburg  · 

Ti potrebbe interessare

· di Samuele Maria Tremigliozzi

La Casa tedesca conferma la strada dell'elettrificazione: 30 modelli a batterie entro il 2025. Spinta in avanti anche per le vetture più grandi: nel 2025 saranno in totale 15

· di Samuele Maria Tremigliozzi

Il marchio tedesco presenta una flessione nei ricavi dello 0,9%. La redditività scende, la cassa generata si dimezza. Colpite anche le immatricolazioni. Pesano Dieselgate e Wltp.

· di Paolo Odinzov

La nuova proposta della Casa tedesca punta su dotazioni tecnologiche e spazio per farsi largo nel segmento B. Due motori a benzina, in estate anche diesel. Listino da 17.900 euro

· di Alessandro Marchetti Tricamo

Herbert Diess ceo del gruppo tedesco smentisce l'acquisto di quote azionarie della divisione di Google che si occupa di guida autonoma. Porte aperte invece a Ford

· di Alessandro Marchetti Tricamo

Il ceo Herbert Diess alza l'asticella dell'elettrificazione del gruppo tedesco:più modelli, più volumi e un investimento di 30 miliardi di euro entro il 2023

· di Paolo Odinzov

Le possibili nuove tariffe americane sulle auto europee metterebbero a rischio gli utili del gruppo tedesco (-13%). E c'è già chi corre ai ripari

· di Sergio Benvenuti

Il gruppo tedesco stanzia 10 milioni di dollari sulla startup americana specializzata nella ricerca e sviluppo di tecnologie di accumulatori per auto a zero emissioni