Ultimo aggiornamento  16 dicembre 2019 00:32

Inghilterra, boom di furti di marmitte.

Valerio Antonini ·

La Polizia del West Midlands (Regno Unito) ha pubblicato una serie di video - ripresi da telecamere private di sorveglianza - in cui vengono sorpresi dei malintenzionati nell’atto di stendersi sotto le auto parcheggiate, anche in pieno giorno. Motivo? Rubare le marmitte catalitiche dei veicoli, costituiti in parte da metalli preziosi come platino e palladio e che arrivano a costare fino a 30 euro al grammo.

Tecnica semplice

Come avviene il furto? Tagliando di netto la porzione finale dei terminali di scarico compreso il convertitore catalitico. Questo è relativamente facile da rimuovere e obbliga i malcapitati proprietari a sostituirlo, recandogli un danno che si può quantificare tra i 300 e i 600 euro

Tra le vetture maggiormente colpite dai malviventi, ci sono i suv che, essendo più alti, consentono un facile accesso alla parte inferiore. 

Inchieste dei media

Il Ministero dell'Interno inglese accorpa il furto dei terminali agli altri tipi di reati perpetrati sulle vetture, senza fare distinzioni: questo rende più difficile quantificare il fenomeno che ha però destato l’attenzione anche della Bbc.

Secondo l'indagine dell'emittente britannica i casi registrati da gennaio a luglio del 2018 sono stati 900. In tutto il 2018 se erano registrati 1.100. Già nel 2017 anche il quotidiano Times aveva pubblicato un’inchiesta in cui riportava le informazioni ricevute da 22 distretti di Inghilterra e Galles (sui 43 contattati) che confermavano 637 episodi di marmitte trafugate. Tra le forze di polizia che avevano risposto mancavano però quelle delle grandi realtà metropolitane come Londra e Birmingham. 

La legge non basta

Per limitare la piaga il governo inglese aveva emanato nel 2013 lo Scrap Metal Dealer Act che avrebbe dovuto rendere più complicato commercializzare componenti rubati. Come? Tracciando la compravendita dei metalli usati e impedendo di pagarli in contanti.

Tag

BBC  · Londra  · Marmitte catalitiche  · 

Ti potrebbe interessare

· di Samuele Maria Tremigliozzi

Sono in aumento, dice uno studio della società LoJack. In cala invece il numero delle auto rubate, ma anche la percentuale del loro recupero