Ultimo aggiornamento  19 gennaio 2020 08:04

La Camera chiede incentivi per usato Euro 5 e 6.

Edoardo Nastri ·

Ancora incertezze e novità sulla questione eco-bonus. A un giorno dall’entrata in vigore della norma, la Camera in aula ha approvato, con il sostegno del governo, una mozione per lo stanziamento di ulteriori incentivi statali, in aggiunta a quelli previsti per l’eco-bonus, “per favorire l’acquisto di autovetture usate di categoria Euro 5 e superiori, tenendo in considerazione le esigenze degli acquirenti finali con redditi più bassi”, recita il testo.

Meccanismo a finestre temporali 

Con la mozione si chiede anche di inserire all’interno del decreto attuativo della norma su eco-bonus ed eco-tassa (che al momento in cui si scrive ancora non c’è), un meccanismo di erogazione dell’incentivo “a finestre temporali nel corso dell’anno per valutare l’andamento temporale dell’assorbimento delle risorse”, tenendo conto dell’esigenza delle case costruttrici di aggiornare la propria produzione di modelli incentivabili.

La mozione, sostenuta dalle forze di governo, dimostra come l’esecutivo sia deciso a introdurre questi nuovi aiuti anche per agevolare il costruttore nazionale, espressamente citato nella mozione e che presenterà il primo modelli ibrido plug-in a partire dalla fine dell'anno (la Jeep Renegade Phev). Ipotesi confermata anche dalla dichiarazione di voto dell’onorevole leghista Andrea Dara, uno dei firmatari della richiesta.

Il rapporto con le amministrazioni locali 

Una mozione che dovrà anche vedersela con i provvedimenti emanati dalle amministrazioni locali in merito al blocco delle motorizzazioni diesel. A Milano ad esempio dal 1° ottobre 2024 le diesel Euro 5 non potranno più circolare e dal 2025 anche le Euro 6 sempre a gasolio. C'è dunque il rischio di incentivare l’acquisto di veicoli che potrebbero venire bloccati nel giro di un quinquennio.

Tag

Ecobonus  · Ecoincentivi  · ecotassa  · FCA  · Incentivi  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Dall'1 marzo entra in vigore la norma su incentivi per ibride plug-in ed elettriche e una tassa per le auto più inquinanti. Ecco come funziona