Ultimo aggiornamento  23 settembre 2019 21:53

Eco-Bonus, per le due ruote è del 30%.

Paolo Borgognone ·

Dal primo marzo anche le due ruote dovrebbero avere il loro eco-bonus, che sarà pari al 30% del prezzo di acquisto di un veicolo nuovo fino a un massimo di 3mila euro. Rispetto al provvedimento che riguarda le automobili ci sono comunque delle sostanziali differenze. 

A chi spetta

Il risparmio per il cliente avverrà direttamente la momento dell'acquisto: il venditore verrà rifondato dal costruttore o dall'importatore che a sua volta recupererà il denaro come credito d'imposta. A beneficiare dell'intervento pubblico saranno i veicoli ibridi ed elettrici di potenza inferiore o uguale a 11 chilowatt, di categoria L1 e L3, quindi moto e scooter.

Chi compra deve contestualmente rottamare (non è concessa nessun'altra soluzione, la rottamazione è a carico del venditore) un veicolo delle medesime categorie - euro 0, 1 o- di cui risulti proprietario da almeno 12 mesi. 

Un esempio. Acquistando la Vespa Elettrica (listino 6.390 euro) con contestuale rottamazione di un veicolo rispondente alle caratteristiche richieste si avrà un sconto pari a 1.917 euro. Il mezzo costerà quindi 4.473 euro. 

Si parte da gennaio 2019

Per le due ruote la data di partenza dell'eco-bonus non sarà l'1 marzo ma, retroattivamente, l'1 gennaio 2019. Farà fede, in proposito, la data dell'acquisto e non - come nel caso delle quattro ruote - quella di immatricolazione. Non è stato ancora reso noto come potrà recuperare il valore dell'incentivo chi ha completato l'operazione. 

Altra differenza importante è la durata della copertura che in questo caso sarà annuale (per le auto è di tre anni). Il governo prevede uno stanziamento di 10 milioni di euro. 

Tag

Due ruote  · Eco-bonus  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Borgognone

Già operativi in Francia, Spagna, Regno Unito, Svezia e Belgio. Aspettando che in Italia il sistema di incentivi e tassazione delle auto nuove entri in vigore l'1 marzo