Ultimo aggiornamento  26 ottobre 2020 23:31

#MWC19: Bmw, interazione naturale.

Carlo Cimini ·

BARCELLONA - Al Mobile World Congress 2019 (25/28 febbraio), Bmw presenta Natural Interaction, la nuova piattaforma interattiva che sarà integrata per la prima volta sul suv elettrico iNext, in arrivo nel 2021. Il sistema consente ogni tipo di operazione intermodale: unisce la tecnologia dei comandi vocali al controllo dei gesti con le mani e dell'intenzionalità dello sguardo.

Intesa auto e uomo 

Proprio come accade tra le persone, Bmw Natural Interaction permette al guidatore di avere un rapporto diretto con l'assistente digitale integrato nella vettura che impara abitudini e stili di guida. La camera ad alta definizione, integrata nel quadro strumenti, registra anche la direzione della testa e degli occhi. 

Le istruzioni vocali sono registrate ed elaborate, consentendo all'auto di riconoscere chi sta parlando. L'algoritmo di apprendimento intelligente, costantemente aggiornato grazie alla rete 5G, combina e interpreta anche le informazioni più complesse, per un'esperienza multimodale.

"I clienti saranno in grado di comunicare con il proprio veicolo intelligente e connesso in modo naturale", spiega Christoph Grote, vicepresidente di Bmw Group Electronics. "Persone e auto avranno un'intesa tale da accelerare le operazioni al volante. La Natural Interaction è un passo importante per il futuro dei veicoli, soprattutto quelli dotati di tecnologia di guida autonoma".

Tag

#MWC19  · BMW  · Mobile World Congress  · Natural Interaction  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

La casa bavarese presenta la sua nuova concept car con architettura suv. La propulsione è elettrica e si può scegliere se guidarla o farsi guidare