Ultimo aggiornamento  22 ottobre 2019 05:11

Omicidio stradale: via la patente solo per alcol e droga.

Marina Fanara ·

La Corte Costituzionale ha promosso l'inasprimento delle sanzioni dopo una sentenza di condanna per omicidio stradale o per lesioni personali gravi e gravissime (Legge 41/2016), ma ha dichiarato incostituzionale la revoca automatica della patente (art. 222 del Codice della strada) a meno che non sia stata accertata l'aggravante "dello stato di ebbrezza o di alterazione psicofisica per l’assunzione di droghe".

Decide il giudice

Per il resto, sarà il magistrato ad avere l'ultima parola: "In tutte le altre ipotesi di condanna per omicidio o lesioni stradali", si legge nella nota della Consulta, "viene escluso l’automatismo e riconosciuto al giudice il potere di valutare, caso per caso, se applicare, in alternativa alla revoca, la meno grave sanzione della sospensione della patente".

Tag

Alcol  · Corte Costituzionale  · Droga  · Omicidio Stradale  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

A un anno dal varo, si apre un confronto sull'efficacia della norma. ACI: "Ancora troppi pirati della strada. La legge è giusta, ma va modificata"