Ultimo aggiornamento  16 febbraio 2019 18:12

Wolfsburg, calcio e motori.

Carlo Cimini ·

Ottanta anni di storia. 120mila abitanti immersi in un vortice di emozioni sportive e automobilistiche, non necessariamente distinte. Anzi. Sin dagli albori, calcio e motori hanno formato un legame indissolubile con Wolfsburg.

La giovane città della Bassa Sassonia venne fondata dal Terzo Reich nel 1938 sotto il nome di Stadt des Kdf-Wagens, per fornire alloggio ai lavoratori della neonata Volkswagen (che tradotto significa "auto del popolo"). Partì così la produzione in serie della vettura tedesca per eccellenza: il Maggiolino. Nel 1945, al termine della Seconda Guerra Mondiale, la città venne occupata dall'esercito inglese. Lo stesso anno, il centro urbano assunse l'attuale denominazione e nacque la squadra di calcio Vfl Wolfsburg, club che attualmente milita in Bundesliga, la massima serie tedesca.

Il paradiso

Nel 1992, dopo circa mezzo secolo di purgatorio vissuto nei campionati federali di terza divisione, il Vfl Wolfsburg sale per la prima volta in seconda serie e cinque anni più tardi conquista la storica promozione in Bundesliga, senza mai più retrocedere (seppur con qualche difficoltà). Negli stessi primi anni ‘90, la Volkswagen del nuovo numero uno Ferdinand Piëch, succeduto a Carl Hahn, introduce in gamma la citycar Lupo (come il simbolo della città) e rinnova Golf e Polo. Ma la scommessa più forte è la nascita del New Beetle: l’icona dell’automobilismo teutonico cambia generazione senza riuscire più a emulare l'incredibile successo di vendite della storica antenata.

Promessi sposi

Inizia il terzo millennio e il marchio automobilistico partecipa alla costruzione del nuovo stadio della città, comprando i diritti di denominazione (naming rights) dell’impianto, ribattezzato Volkswagen Arena. Nel frattempo, la squadra assaggia per la prima volta l’esperienza europea in Coppa Uefa. La stessa competizione la ritroverà nel 2007, l’anno in cui Volkswagen acquisisce il 100% delle quote del club, affidandolo a Hans Dieter Pötsch, presidente del Consiglio di Sorveglianza del costruttore.

Wolfsburg città volta pagina. Volkswagen presenta Tiguan. Al suo debutto, il suv compatto di medie dimensioni raggiunge ottimi risultati: 120mila unità vendute. Parallelamente, i biancoverdi allenati da Felix Magath, ex campione tedesco, compiono un vero e proprio miracolo sportivo: stagione 2008/09, il Wolsfburg diventa campione di Germania per la prima volta nella sua storia. Una macchina perfetta, composta da "ingegneri" di livello internazionale, tra cui gli italiani Barzagli e Zaccardo e i bomber Dzeko e Grafite, tandem d'attacco micidiale, autore di 54 goal complessivi.

Flessione imprevista

Da quando è proprietaria del club della sua città, Volkswagen ha investito una media di 100 milioni di euro a stagione, acquistando giocatori del calibro internazionale di André Schürrle e Julian Draxler, campioni del mondo con la Germania nel 2014 in Brasile. Gli investimenti, però, non sono stati all'altezza dei risultati raggiunti: la squadra, dopo il trionfo del 2009, ha vinto solo una coppa e una supercoppa nazionali.

Nonostante l’exploit vissuto nella Champions League 2015/16 – eliminato ai quarti dal Real Madrid – il Wolfsburg ha vissuto perlopiù momenti difficili, proprio in contemporanea con quelli della Casa automobilistica impelagata nello scandalo Dieselgate dal settembre 2015. A un certo punto si pensò anche di tagliare le attività di sponsorizzazione, calcio compreso. Alla fine c'è stato solo un piccolo ridimensionamento, mentre nelle ultime due stagioni il club ha rischiato di retrocedere in seconda divisione, pericolo scampato solo dopo lo spareggio con la terza classificata della Zweite Liga, la nostra Serie B.

Nuovi investimenti

Da quest’anno, Volkswagen è anche il nuovo sponsor della nazionale di calcio della Germania. La Casa ora guidata dall’amministratore delegato Herbert Diess ha preso il posto della rivale Mercedes - al fianco della Deutsche Fußballnationalmannschaft da 45 anni - mettendo sul tavolo circa 30 milioni di euro a stagione.

Tag

Calcio  · Gruppo Volkswagen  · Vlf Wolfsburg  · Volkswagen  · wolfsburg  · 

Ti potrebbe interessare

· di Samuele Maria Tremigliozzi

Via alla collaborazione tra il costruttore tedesco e l'università di Stanford per minimizzare la quantità di platino nelle celle a combustibile e ridurne il prezzo

· di Carlo Cimini

Il club olandese dell'Ajax porta a termine il progetto con Nissan e altre aziende: gli accumulatori della Leaf utilizzate per fornire alimentazione di riserva all'impianto