Ultimo aggiornamento  12 novembre 2019 04:17

Cresce la voglia di auto in aeroporto.

Marco Perugini ·

I noleggi di auto negli scali aeroportuali italiani sono aumentati del 6% nei primi 9 mesi del 2018, per un totale di oltre 10.600 contratti ogni giorno. Lo rileva l’Aniasa – Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici, che sottolinea come l’incremento sia addirittura dell’11% nei primi dieci aeroporti del Paese: Milano Malpensa e Linate, Roma Fiumicino, Catania, Olbia, Napoli, Bari, Palermo, Venezia e Pisa. Rispetto al 2017, l’aumento maggiore (+40%) si registra nello scalo sardo, a fronte di una crescita del traffico passeggeri ben più modesto (+7%), ma è boom anche a Malpensa, Fiumicino e Catania.

Prezzi in calo

Ai viaggiatori piacciono soprattutto le formule low-cost, che hanno permesso una riduzione del 4% dei prezzi medi di noleggio: approfittando di sconti e vantaggi, si può prendere un’auto per meno di 36 euro al giorno. “La flotta è in continua espansione”, sottolinea Massimiliano Archiapatti, presidente Aniasa. Negli aeroporti si sviluppa il 70% del fatturato complessivo del settore, con un giro d’affari superiore ai 665 milioni di euro grazie ai 2.871.816 noleggi tra gennaio e settembre 2018, la cui durata media supera i 6 giorni. Fondamentale il ruolo delle società aeroportuali, come dimostrano gli investimenti sulle strutture soprattutto a Roma Fiumicino, Napoli e Bologna.

Tag

Aeroporti  · Aniasa  · Noleggio  · Rent a car  · 

Ti potrebbe interessare

· di Samuele Maria Tremigliozzi

Un percorso tra desideri e inclinazioni delle nuove generazioni: le neonate formule di mobilità condivisa spopolano, chi acquista è attento a qualità e stile.

· di Colin Frisell

A fine anno partirà una sperimentazione con tre navette autonome all'interno dell'aeroporto. Previsto anche un test con auto driverless che viaggeranno su strada